A- A+
Milano
No global in fin di vita dopo scontri a Cremona, interrogazione parlamentare di Sel
Gli scontri dopo Cremonese-Mantova (fonte: 2duerighe.com)

E' ridotto in fin di vita il 49enne ferito alla testa domenica sera durante gli scontri successivi al derby Cremonese-Mantova tra militanti di Casa Pound e no global.  «Il nostro compagno è stato circondato da una ventina di persone, gettato a terra e massacrato con calci, pugni e spranghe», sostengono i no global, mentre i militanti di Casa Pound affermano di essersi semplicemente difesi. La Polizia ha identificato una cinquantina di persone e proseguono gli interrogatori.


Sull' accaduto, Sel ha presentato un' interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno Alfano , affinche' venga accertata la verita' dei fatti, e siano individuati i responsabili dell'aggressione. Lo ha annunciato il coordinatore nazionale di Sinistra Ecologia Liberta', Nicola Fratoianni, primo firmatario dell'atto insieme al deputato cremonese di Sel Franco Bordo e a quello milanese Daniele Farina. "E' davvero arrivata l'ora - ha affermato Fratoianni - di fermare le continue violenze fasciste in tutta Italia, ad opera di Casapound e di altre organizzazioni dichiaratamente neofasciste".

E per il prossimo 24 gennaio è stata indetta a Cremona una manifestazione antifascista, promossa da Rete della Conoscenza, il network dell'Unione degli Studenti e Link - Coordinamento Universitario, assieme a diverse altre iniziative sul territorio italiano.  "La risposta sara' immediata" - si legge in una nota degli studenti della Rete della Conoscenza - in tante citta', da Torino a Bologna, da Brescia a Pisa, si terranno presidi di solidarieta' e iniziative antifasciste di mobilitazione territoriale. E' il primo passo verso la manifestazione nazionale antifascista lanciata oggi dall'assemblea al Dordoni per il 24 gennaio a Cremona". "Assistiamo ad un ennesimo vergognoso attacco di stampo fascista", dichiara Riccardo Laterza, Portavoce nazionale della Rete della Conoscenza. "Esprimiamo la nostra massima solidarieta'" - prosegue Alberto Campailla, Portavoce nazionale di Link - Coordinamento Universitario - "i compagni del Dordoni e ci uniamo a tutte le voci che hanno dimostrato la loro vicinanza ad Enrico, ridotto in pericolo di vita".

"Come in altre occasioni, non ci facciamo intimorire - continua Danilo Lampis, Coordinatore nazionale dell'Unione degli Studenti - e ci impegniamo per una solidarieta' attiva che nelle scuole, negli atenei e nelle nostre citta' si opponga all'avanzata culturale e politica delle nuove destre xenofobe e neofasciste. Anche le istituzioni devono giocare il proprio ruolo: chiediamo la chiusura immediata delle organizzazioni neofasciste del Paese"

Tags:
cas poundscontrisel







A2A
A2A
i blog di affari
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano
Mercato del vino: dai corsi sommelier alle vendite l'Italia primeggia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.