A- A+
Milano
Sondaggisti: Pisapia che non si ricandida è danno per la sinistra. Le dichiarazioni
Milano, festeggiamenti vittoria Pisapia 2011

di Fabio Massa

Pisapia non si ricandida. E’ un bene o un male per la sinistra? Secondo alcuni esponenti di destra l’addio del sindaco arancione è un male, perché permetterà al centrosinistra di fare una campagna anche in parziale discontinuità. Secondo altri, invece, la sinistra ne sarà danneggiata. Per rispondere al quesito Affaritaliani.it ha consultato alcuni sondaggisti esperti.

Per Alessandro Amadori, direttore di Coesis Research, l’addio di Pisapia “è comunque un danno per la sinistra. Piccolo, limitato, ma è un danno. Quando un sindaco chiude un mandato - spiega ad Affari - ha comunque cinque anni da capitalizzare. Tra l’altro i cinque anni di Pisapia si chiudono con l’Expo, con una serie di eventi importanti. Tirarsi indietro dopo cinque anni non è affatto un vantaggio per il centrosinistra. Anche perché i dati in nostro possesso ci dicono che Pisapia non è più criticato dei sindaci precedenti. Il suo modo compassato lo ha protetto da grandi entusiasmi ma anche da grandi critiche”.

Renato Mannheimer, sondaggista fondatore di Ispo, spiega ad Affari: “L’addio di Pisapia è più un problema che una opportunità. E’ un problema per la sinistra perché ora si deve cercare un candidato. Se si fosse ricandidato, l’avvocato avrebbe evitato molti conflitti interni. Pisapia vale molto, da questo punto di vista, anche elettoralmente: avrebbe evitato l’accendersi di fuochi interni al centrosinistra che ricordano tanto il passato. Detto questo, la partita è aperta perché gli elettori sono molto mobili. 

Maurizio Pessato, presidente di Swg: “Difficile dire se l’addio di Pisapia è un danno per la sinistra. La mia impressione è che se il Pd e le forze di sinistra riescono a trovare una via d’accordo con le primarie, potrebbe essere una vicenda che non danneggia nessuno. Discorso diverso è se invece si apre una partita pesante che crea fratture. Pisapia è sempre stato un collante per la sinistra, non un danno”.

Nicola Piepoli, decano dei sondaggisti italiani, ad Affari: “In un mondo di affamati di cariche è un plus l'atteggiamento di Pisapia. Pisapia pensa come il papa precedente di non avere nulla da dire e cessa nel momento in cui si va a nuove elezioni. Con l’annuncio dà tempo alla sinistra di riorganizzarsi”.

@FabioAMassa

Tags:
pisapiasondaggisinistrapessatoswgipsoscoesi researchmannheimer







A2A
A2A
i blog di affari
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il redditometro viola i diritti dell'uomo: la denuncia di PIN


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.