A- A+
Milano

Di Massimiliano Bastoni (Lega)

Che Pisapia avesse dei debiti elettorali da pagare alla lobby omosessuale lo sapevamo da tempo, ma che arrivasse a concedere uno dei migliori impianti sportivi della nostra città per feste hot-gay questo proprio non possiamo accettarlo. La piscina Saini è meta di famiglie e bambini e tale deve rimanere, non è assolutamente ammissibile che venga utilizzata per bisbocce di questo genere, non per un semplice e generico motivo di moralismo ma perché vi sono luoghi, come le piscine comunali, che nascono come centri di ritrovo delle famiglie. Trasformare queste sedi in sorte di night club a cielo aperto o di bordelli per omosessuali onestamente ci fa venire il voltastomaco. L’aberrazione di questo malsano vento arancione è riuscito persino a trasfigurare la piscina bijou in una sorta di Dr. Jekill – Mr. Hyde. Ma questa è la Milano di Pisapia … Lo dichiara Massimiliano Bastoni, consigliere comunale della Lega Nord, che annuncia anche la nascita dei comitati “per la famiglia” che contrasteranno iniziative abominevoli come quelle della piscina Saini.

Tags:
festegay






A2A
A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.