A- A+
Milano

Cerimonia di commemorazione delle vittime della strage di Linate nella Basilica di Sant'Ambrogio a 12 anni dall'incidente nell'aeroporto milanese in cui persero la vita 118 persone. Alla messa hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, il governatore lombardo, Roberto Maroni, e il presidente di Sea, Pietro Modiano. "Consola il fatto che siano state adottate misure per correggere gli errori, ma la memoria deve sempre essere viva", ha affermato Maroni, al suo arrivo. "L'importante e' non dimenticare ma guardando anche avanti", ha sostenuto Pisapia.

"Sappiamo che sono stati fatti grandi passi avanti sulla sicurezza - ha continuato il sindaco di Milano -. E oggi Milano e' punto di riferimento internazionale per la sicurezza aeroportuale". L'anniversario della strage e' stato ricordato anche in apertura di seduta dal Consiglio regionale lombardo, con il presidente dell'assemblea, Raffaele Cattaneo, che poi ha chiesto un "momento di raccoglimento" per le vittime del naufragio di Lampedusa.

Tags:
pisapialinatemaroni







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.