A- A+
Milano
Trenord al lavoro sulle tratte da "codice rosso"

Alzare di 10 punti percentuali (dal 72 al 82) la puntualità su 5 tratte - Novara-Milano-Treviglio (S6), Domodossola-Milano, Bergamo-Milano (via Carnate), Verona-Brescia-Treviglio-Milano, Mantova-Milano - entro il 2015, per arrivare poi al 90 per cento entro il 2018. Il tutto senza tagliare i servizi essenziali per i pendolari "nonostante i tagli pesantissimi del Governo Renzi". E portare, nello stesso periodo, la puntualità sulla Milano-Bergamo via Treviglio (definita tratta 'codice rosso') al 90 per cento (più 11 per cento). Sono questi, in sintesi, gli obiettivi cui stanno lavorando Regione Lombardia e Trenord, come ha ricordato l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte, incontrando i rappresentanti dei viaggiatori della Conferenza del Trasporto pubblico locale.

"Abbiamo scelto 5 tratte campione - ha spiegato l'assessore - più quella 'codice rosso' non con criteri preferenziali, ma sperimentali. Abbiamo selezionato quelle dove si concentrano i maggiori ritardi e quelle che trasportano più passeggeri e da lì partiamo. E' chiaro che il miglioramento dovrà progressivamente interessare tutte le linee". In questo percorso di miglioramento complessivo è del tutto evidente che anche Rfi, proprietaria dell'infrastruttura, dovrà fare la sua parte. "Chiediamo a Rfi - ha aggiunto Sorte - di sposare il Piano di emergenza che abbiamo presentato settimana scorsa con Cinzia Farisè. Se anche Rfi non dà un colpo di reni, sono inutili tutti gli sforzi che stiamo facendo".

Quanto sia importante l'infrastruttura lo dimostrano i risultati positivi registrati negli ultimi giorni nelle tratte di Ferrovienord laddove i lavori sono terminati. Entro Expo, ad esempio, chiuderanno i cantieri sulla linea che arriva da Verona e questo non potrà che portare grandi bene fici. L'assessore ha ribadito che, entro la primavera del 2016, entreranno in servizio 63 nuovi treni "e 39 prima di Expo". Sono già stati consegnati 5 Vivalto, 4 Coradia Meridian, 4 Flirt. "Voglio anche far notare - ha aggiunto - che, a oggi, le consegne stanno andando bene, quando in passato abbiamo avuto ritardi anche di due anni. Abbiamo iniziato un percorso difficile e faticoso per cambiare radicalmente le cose. Ci vuole tempo, ma pensiamo di aver cominciato dal punto giusto".

Tags:
trenordtreniregione







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.