A- A+
Auto e Motori
BMW è partner del progetto “Uno di Un Milione”
Oggi nella sede dell'Accademia Teatro alla Scala, si è svolta la presentazione del progetto Uno di Un Milione nato dalla volontà degli artisti del Collettivo OP di far dialogare natura, arte, musica e tecnologia in un'opera originale, con la partecipazione dell'Orchestra e del Coro di Voci Bianche dell'Accademia Teatro alla Scala. Il progetto è realizzato in collaborazione con Azienda per il Turismo Val di Sole, Parco Nazionale dello Stelvio, Comune di Pejo, Funivie Pejo 3000, Popack e grazie a BMW Italia come partner.

Massimiliano Di Silvestre, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Italia, ha motivato così il sostegno di BMW all'iniziativa: “Arte e sostenibilità sono un binomio straordinario. Il progetto Uno di Un Milione di cui BMW Italia è partner nasce proprio dalla volontà di mettere insieme tematiche differenti, ma assolutamente connesse e orientate al futuro. È un momento di riflessione importante, attraverso la lente d’ingrandimento dell’arte, su temi fondamentali come l’utilizzo responsabile delle risorse, la cura del pianeta, il rispetto della natura, la voce dei giovani e il futuro che vogliamo progettare insieme. Del resto nel 2021 BMW è stato riconosciuto come il Brand più sostenibile in Italia ed è quindi naturale per noi essere parte attiva di questa storia”.

L'orientamento strategico del BMW Group pone il tema dell'utilizzo delle risorse (tra cui l'acqua) tra quelli più rilevanti per lo sviluppo sostenibile e il successo a lungo termine dell'azienda.

Il progetto ha avuto origine dalle molteplici fonti d'acqua di cui sono disseminati Val di Sole, Pejo e Parco Nazionale dello Stelvio. Scuole di musica e centri di aggregazione della Val di Sole hanno dato vita a un brano sinfonico, traendo ispirazione dall’esperienza vissuta a contatto con la natura lungo i cammini e le varie sorgenti d'acqua della zona.
Il brano, nella composizione ed arrangiamento finale di Silvio Morais D’Amico, è stato registrato a Milano dall'Orchestra e dal Coro di Voci Bianche dell'Accademia Teatro alla Scala, diretti da Pietro Mianiti.
Grazie a Popack sono state realizzate delle borracce plastic-free, ognuna con un QR-Code che permette di svelare una nota del brano, individuare le diverse fonti d'acqua del territorio e scoprire itinerari e paesaggi sonori creati ad hoc dagli artisti del Collettivo OP.

Le borracce sono acquistabili sin d’ora sul sito www.unodiunmilione.com e a partire dal 5 giugno, Giornata Mondiale dell'Ambiente, in vari punti vendita della Val di Sole.

Il brano nella sua interezza si potrà ascoltare a Pejo 3000, a 3000 metri di quota, all'interno di una scultura monumentale realizzata da Morgana Orsetta Ghini del Collettivo OP. Un'opera concepita come un auditorium, in cui gli elementi della natura dialogano con il visitatore che vi si può muovere all'interno e all'esterno vivendo un'esperienza unica.
L'installazione verrà inaugurata sabato 3 luglio dai cantori del Coro di Voci Bianche dell’Accademia. Nella settimana successiva apriranno al pubblico i primi itinerari di Uno di Un Milione e i Paesaggi sonori in Val di Sole.
Commenti
    Tags:
    bmw
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Covid-19, le regole europee per conviverci durante l’estate

    Covid-19, le regole europee per conviverci durante l’estate



    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.