A- A+
Politica
"Allearci? Le Pen è ostile all'Europa...". Ue, FI gela l'asse Marine-Meloni
Maurizio Gasparri

"Noi stiamo con Meloni e Salvini, ma non possono portare chi vogliono nel doveroso cartello di forze alternative alla sinistra"

 

"Noi facciamo la battaglia alla sinistra da quando avevamo 14 anni. Io e Tajani al liceo Tasso di Roma contro militanti di sinistra, alcuni poi finiti perfino nelle Brigate Rosse. Benvenuto a chi si è unito in questo impegno arrivando, solo per ragioni anagrafiche, dopo di noi". Maurizio Gasparri, capogruppo di Forza Italia al Senato, intervistato da Affaritaliani.it, commenta l'asse nato a Madrid tra Giorgia Meloni e Marine Le Pen, al quale si è aggiunto Matteo Salvini, per creare un'alternativa in Europa e mandare la sinistra all'opposizione.

"Questa è storia e noi offriamo elementi di lotta politica democratica contro la sinistra nella scuola, nel Parlamento e al governo. Siamo pronti ad allearci con tutte le forze che sono saldamente radicate nel tessuto europeo ma non tutti i partiti lo sono", sottolinea Gasparri. "Essere alternativi alla sinistra non è sufficiente per costruire un'alleanza. Ci sono estremisti come i tedeschi di Afd che fanno parte del gruppo europeo della Lega, Identità e Democrazia, ma che nemmeno la Lega ha invitato alla sua convention a Roma. Se non li vogliono loro perché dovremmo volerli noi?".

E Marine Le Pen? "E' ostile all'Europa, come potremmo governare insieme l'Unione? Siamo saldamente alleati a Meloni e Salvini, e con loro siamo pronti a governare ovunque, ma noi che siamo un pilastro del Ppe pensiamo che l'alternativa alle sinistre si costruisca con chi è compatibile. Meloni e Salvini naturalmente sono storici partner, ma alcuni loro alleati no. Gli estremisti non sono compatibili per un'alleanza al Parlamento europeo. Salvini non si fa vedere insieme ai tedeschi di Afd, perché dovremmo volerli noi? Noi stiamo con Meloni e Salvini, ma non possono portare chi vogliono nel doveroso cartello di forze alternative alla sinistra. E ricordo che nel gennaio del 2017 Antonio Tajani fu eletto presidente del parlamento europeo battendo il candidato della sinistra. Senza il sostegno della Le Pen e, purtroppo, con Salvini che disse di non votare Tajani. In tema di contrasto vincente alla sinistra possiamo dare esempi e consigli, non certo prendere lezioni”. conclude Gasparri.






in evidenza
Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

La confessione intima

Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."


in vetrina
Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina

Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina


motori
DACIA lancia la sfida della decarbonizzazione di oggi e domani

DACIA lancia la sfida della decarbonizzazione di oggi e domani

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.