A- A+
Politica

 

ivanscalfarotto

L'ufficio di presidenza ha accolto una richiesta avanzata dal democratico Ivan Scalfarotto ed ha esteso l'assistenza sanitaria integrativa ai conviventi dello stesso sesso. "Abbiamo stabilito un principio di civilta', un principio che vale per tutte la casse sanitarie aziendali ed abbiamo stabilito - commenta lo stesso Scalfarotto - che le convivenze omosessuali sono da comparare a quelle eterosessuali. Ora bisogna che il Parlamento capisca che cio' non puo' valere solo al proprio interno. La mia battaglia non riguarda la mia polizza sanitaria ma puntava a far si' che la Camera riconoscesse questa equiparazione e capisse che e' da estendere anche fuori".

L'assistenza sanitaria integrativa al convivente dello stesso sesso del deputato che lo richiede e' passata, secondo quanto si apprende, alla Camera, con i voti favorevoli di Pd, Pdl e Sel. Solo la Lega ha espresso un voto contrario. Si sono astenuti Scelta Civica e Fratelli d'Italia, ma si sono astenuti anche i rappresentanti dell'ufficio di presidenza del Movimento 5 Stelle che hanno chiesto, sempre secondo quanto si apprende, di rinviare per avere piu' tempo per discutere.

Basta con i "privilegi". La Lega si scaglia contro il fondo indennita' per i conviventi, senza entrare nel merito della decisione assunta oggi dall'Ufficio di presidenza della Camera sulle coppie omosessuali. "Il Parlamento che non e' in grado di decidere per i cittadini si ritaglia un altro spazio di privilegio alimentando un fondo di assistenza integrativa in cui si possono iscrivere contemporaneamente coniugi e conviventi". Lo afferma Davide Caparini, componente leghista dell'ufficio di presidenza di Montecitorio.

VENDOLA: NON DEVE ESSERE UN PRIVILEGIO - Anche il leader di Sel, Nichi Vendola, commenta su Twitter la decisione della Camera. "Finalmente l'acquisiione di un diritto - dice Ma non deve essere un privilegio per pochi. È un diritto che spetta a tutti gli italiani". Mentre Alessandro Zan, deputato di Sel ed esponente del movimento gay, se da un lato ribadisce l'importanza dell'estensione dell'assistenza sanitaria integrativa anche al compagno o alla compagna dello stesso sesso per i deputati ("annullando così una ingiustificata discriminazione nei confronti dei parlamentari gay e lesbiche") , dall'altro sottolinea l'astensione del Movimento 5 stelle sul provvedimento.

Tags:
gay
in evidenza
"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!

La kermesse di Affari dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!


in vetrina
Scatti d'Affari ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022

Scatti d'Affari
ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022


casa, immobiliare
motori
 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire

 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.