A- A+
Politica
Autonomia regionale, Molinari (Lega): "Sarà legge a metà giugno"
Riccardo Molinari

Referendum abrogativo? "L'autonomia è una legge ordinaria che attua una norma costituzionale approvata con referendum popolare dal governo Amato nel 2001. La legge Calderoli applica la Costituzione e l'autonomia è nella Carta e nessuno può cancellarla"

"Abbiamo ottenuto la discussione generale il 29 aprile. Mercoledì scorso abbiamo respinto le pregiudiziali di costituzionalità presentate dalle opposizioni e martedì prossimo, dopo le elezioni europee, inizieranno le votazioni in Aula. La settimana prossima o al massimo quella successiva, diciamo per metà giugno, l'autonomia regionale differenziata sarà legge dello Stato". Lo annuncia ad Affaritaliani.it il capogruppo alla Camera della Lega Riccardo Molinari.

"Da quel momento in poi partiranno le intese tra governo e regioni per trasferire le deleghe. Questi accordi andranno poi approvati a maggioranza assoluta delle Camere. Veneto e Lombardia hanno già detto che chiederanno tutte le 23 competenze previste, ma anche il Piemonte ha istituito una commissione per chiedere al governo tutte le 23 competenze. Non solo al Nord, anche al Sud ci sono regioni come Calabria e Basilicata che intendono chiedere non tutte le competenze ma in particolare ad esempio chiederanno quelle sulle energie rinnovabili perché è nel loro interesse. Come potranno fare altre regioni".

Alla domanda se la Lega non tema il referendum abrogativo annunciato dalle opposizioni, Molinari risponde: "Ricordo che l'autonomia è una legge ordinaria che attua una norma costituzionale approvata con referendum popolare dal governo Amato nel 2001. La legge Calderoli applica la Costituzione e l'autonomia è nella Carta e nessuno può cancellarla".

Come andrà la Lega alle elezioni? Qual è l'obiettivo? "Io oltre che capogruppo sono segretario regionale in Piemonte e il lavoro fatto da assessori e consiglieri sul territorio sta dando buoni riscontri. Vedremo come andrà. In Piemonte saremo certamente in doppia cifra, ce lo auguriamo anche a livello nazionale alle Europee". E il premierato andrà avanti o ci sono resistenze da parte della Lega? "E' al Senato e lo sta seguendo il mio collega Romeo, ma c'è un accordo di maggioranza tra Lega e Fratelli d'Italia. Con l'approvazione dell'autonomia anche il premierato andrà certamente avanti. Non vedo problemi".

Rimpasto dopo le Europee? "Non credo, Meloni ha sempre detto che non vuole cambiare la squadra". Tutto chiarito con il Presidente Mattarella dopo le parole del senatore Claudio Borghi? "Salvini ha spiegato perfettamente che la Lega non chiede le dimissioni di nessuno ma ha fatto una valutazione sulla sovranità statale e sulla nostra resistenza assoluta verso altre cessioni di sovranità all'Unione europea", conclude Molinari.






in evidenza
Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

La confessione intima

Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."


in vetrina
Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina

Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina


motori
DACIA lancia la sfida della decarbonizzazione di oggi e domani

DACIA lancia la sfida della decarbonizzazione di oggi e domani

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.