A- A+
Politica

 

Affluenza in calo in Sicilia per i ballottaggi in corso in 16 comuni dell'isola, e che riguardano un totale di 700mila elettori. Alle 12 la percentuale complessiva dei votanti, fornita dall'ufficio elettorale della Regione siciliana, è del 7,66 per cento, contro 11.69 per cento del primo turno alla stessa ora. Più in dettaglio: -6 per cento a Siracusa, -5 per cento a Messina e - 3 a Ragusa. Per ora, insomma, è l'astensionismo a farla da padrone nell'isola dove il centrosinistra sta provando a completare il cappotto di questo felice turno amministrativo che poco meno di due settimane fa l'ha visto conquistare 17 Comuni. Ivi incluso quello di Catania, riconquistato da Enzo Bianco. La coalizione che governa la Regione può ultimare l'opera proprio in Sicilia, ovvero in quello che è stato un feudo del centrodestra, la terra del famoso 61 a 0 datato 2001.

Sedici ballottaggi in Sicilia. Si vota fino alle 15. Piccoli e grandi Comuni. Soprattutto, in palio ci sono tre capoluoghi di provincia. A Messina una manciata di voti, appena 59, ha impedito l'elezione al primo turno del candidato di centrosinistra e Udc Felice Calabro' fermatosi al 49,94%. A sfidarlo l'attivista No Ponte Renato Accorinti che parte dal 23,88%. A Siracusa confronto tra Giancarlo Garozzo (centrosinistra), 31,11%, e Paolo Ezechia Reale, 27,05%, espressione di una parte del centrodestra (senza Pdl).

Altra competizione importante quella di Ragusa dove il Movimento 5 stelle si gioca l'unico esito utile in un quadro complessivamente deludente per i grillini. Da una parte Giovanni Cosentini (Pd-Udc-Lista Crocetta-civiche) con il 29,34% dei voti. Dall'altro il pentastellato Federico Piccitto con il il 15,64%, al quale domani andra' a dare man forte Beppe Grillo.

Interessanti le altre sfide. Sette i comuni al ballottaggio in preovincia di Catania. Ad Aci Sant'Antonio vanno Santo Orazio Caruso, del centrosinistra, con il 36,3%, e l'esponente del centrodestra Vincenzo D'Agata, al 28,83%. Secondo turno anche ad Adrano dove si contendono la poltrona di primo cittadino Fabio Mancuso, 29,05%, a capo di liste civiche, e Giuseppe Ferrante del centrodestra, 26,13%. Resta fuori il centrosinistra.

A Belpasso se la vedranno Carlo Caputo, 32,54%, alla testa di liste civiche, e il candidato del centrodestra Santo Pulvirenti. A Biancavilla sfida tra Giuseppe Glorioso, del centrosinistra, in vantaggio con il 47,31%, e Antonio Bonanno, del centrodestra, 26,65%. A Giarre duello tra Roberto Bonaccori, del centrodestra, 30,36%, e Salvatore Ando', a capo di una serie di liste civiche, con il 27,63%. Fuori il centrosinistra. A Mascalucia testa a testa tra Giovanni Leonardi, 24,09%, e Vincenzo Magra, 23,62%. A Scordia scontro tra Rocco Sciacca, 24,39%, e Franco Tambone, Pd-Megafono, 19,62%.

In provincia di Agrigento unico ballottaggio a Palma di Montechiaro, dove il Pdl piazza Pasquale Amato, e il raggruppamento con dentro il Cantiere popolare Rosario Bellanti. Partinico, invece, e' l'unico dove si terra' il ballottaggio tra i 20 Comuni della provincia di Palermo alle urne: i candidati erano otto, e ora se la vedranno Salvatore Lo Biundo, sostenuto dal Megafono di Rosario Crocetta e da un cartello di civiche, che parte in leggero vantaggio col 28,65% sullo sfidante Gianfranco Bonni', appoggiato da due civiche, e fermatori al 26,59%.

In provincia di Ragusa, a parte il capoluogo, vanno al voto Comiso, con Filippo Spataro del centrosinistra, avanti con il 49,83%, e Giuseppe Alfano del centrodestra, con il 39,16%; e Modica con Ignazio Abbate 32,4%, sostenuto da Udc e liste civiche, e Giovanni Giurdanella, 19,08%, appoggiato da Pd e lista civica. Per il sindaco di Piazza Armerina, Enna, ci sara' ballottaggio tra Filippo Miroddi (Udc-civiche) con il 24,74% dei voti e Maurizio Prestifilippo (Pdl-Fdi-Grande sud-Mir) con il 23,07%. Infine nel siracusano, oltre a quelli del capoluogo, si recheranno alle urne i cittadini di Rosolini: contesa tra Corrado Calvo, 26,87%, e Giuseppe Intasciato, 22,45%.

Tags:
ballottaggimessinasiracusaragusa

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.