A- A+
Politica
Silvio smonta il patto con Renzi. Giachetti (Pd): "Meglio il voto"

C'è indignazione forte per l'ingiustizia che ha portato un collegio feriale a prendere decisione su una sentenza assolutamente ingiusta, costruita da precise regie". Silvio Berlusconi, con i suoi toni durissimi contro giudici e magistratura, è tornato ufficialmente in campagna elettorale dopo la sentenza sulla pena da scontare dopo la condanna. E a pochi giorni dall'intervista al Tg5, l'ex premier parla dal salotto di Porta a Porta. "Sono sicuro", ha promesso l'ex premier, "che questa sentenza, contro cui abbiamo fatto ricorso alla corte europea e contro cui nelle prossime ore chiederemo una revisione alla Corte di appello di Brescia, verrà annullata".

Attacca tutto e tutti, Berlusconi, anche il premier Matteo Renzi, con il quale è ancora vivo l'accordo sulle riforme istituzionali: "Renzi si è presentato come un simpatico rottamatore. Ora a poco a poco, si sta trasformando in un simpatico tassatore". "Per dare 80 euro", ha spiegato l'ex premier, "Renzi deve trovare dei fondi, sono 830 milioni di euro al mese. Per trovarli ha mantenuto la tassa sulla casa ed il prossimo anno gli italiani pagheranno 32 miliardi. E per quanto riguarda i risparmi e i depositi ha aumentato il prelievo fiscale dal 20 al 27%. Con una mano darà 80 euro, ma per tutti gli altri sparisce la tredicesima".

E non è tenero con il premier neanche sulle riforme, anzi: "Per il momento la riforma della legge elettorale è spiaggiata in Senato. Se poi andrà avanti la riforma del Senato, credo che difficilmente questa legge elettroale potrà essere costituzionale", ribadendo la priorità dell'Italicum, già espressa nei giorni scorsi. Contemporaneamente, dal vicepresidente della Camera ed esponente del Pd Roberto Giachetti, arriva una proposta choc: "Certo con questa legge elettorale bisognerà fare un'altra maggioranza di coalizione ma sono sicuro che i rapporti di forza saranno molto migliori per il Pd e poi almeno avrai il diritto e la possibilità di guidare un governo con un gruppo parlamentare coeso e leale. Pensaci Matteo: chi te lo fa fare? Facciamo saltare il tavolo di questo ceto politico e ascoltiamo gli elettori!".

Poi viene il turno di Angelino Alfano, ex delfino a capo del Nuovo Centrodestra: "Provo un dolore personale per il suo addio. Gli ho sempre dato tutto senza chiedere nulla in cambio, l'unico momento nel quale ho chiesto di essere sostenuto, cioè ho chiesto di dire al capo dello Stato e al governo che se continuavano a chiedere la mia decadenza noi avremmo fatto cadere l'esecutivo, loro hanno optato per continuare a fare i professionisti della politica". E qui l'affondo: "La mia decadenza? Una mascalzonata".

"Il 46% di chi ha votato Grillo è deluso", ha detto Berlusconi, "e qualche volta anche disgustato sia dai parlamentari sia dal loro comportamento, se a questo 46% si può offrire qualcosa di solido, di veramente positivo per il futuro, è possibile recuperare voti da questo 46%". "Le elezioni europee e amministrative del 25 maggio sono importanti ma io guardo già alle prossime elezioni politiche", ha aggiunto il leader di Forza Italia, "non mi sento in rincorsa, partecipo a queste elezioni guardando più in là. Voglio convincere il grande popolo dei moderati per vincere le elezioni, governare e fare le riforme istituzionali, del fisco e della giustizia".
 
Berlusconi dovrebbe cominciare lunedì a scontare effettivamente la pena ai servizi sociali a Cesano Boscone. "Affronto molto volentieri i servizi sociali", ha dichiarato Berlusconi, "perché io affronto tutte le situazioni della vita con uno stato d'animo che deriva dalla mia serenità. Quando so di essere a posto, mi possono fare tutto quello che vogliono ma non mi scompongo". Scherza, Berlusconi, sulla sua pena: "Ho visto le foto del giardino della struttura che mi accoglierà, e ci sono molte cose da sistemare per una persona che ama la natura come me".

Tags:
berlusconi
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.