A- A+
Politica

"Rinviate a giudizio Bossi e Belsito". La Procura di Genova ha chiesto al giudice di processare il fondatore della Lega Nord Umberto Bossi e l'ex tesoriere regionale del partito Francesco Belsito sospettati di aver utilizzato soldi pubblici per scopi personali: una presunta truffa sui rimborsi elettorali ai danni dello Stato di circa 40 milioni di euro.

Al centro dell'indagine, il presunto scandalo che aveva portato, nella primavera del 2012, alle dimissioni del Senatur da segretario del Carroccio.

L'imputazione di truffa contestata a Bossi e Belsito, è stata avanzata anche contro Antonio Turci, Stefano Aldovisi e Diego Sanavio, componenti del comitato di controllo di secondo livello della Lega.

Secondo l'accusa sarebbero stati firmati rendiconti irregolari poi presentati in Parlamento al fine di ottenere - tra il 2008 e il 2009 - rimborsi elettorali per 40 milioni.

Il procedimento fu avviato dalla magistratura milanese ma poi fu trasferito a Genova perché è su un conto intestato al genovese Belsito e aperto presso una filiale genovese di Banca Aletti che venne accreditata l'ultima tranche dei rimborsi elettorali.

Tags:
bossi
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.