A- A+
Politica
Elezioni, lite Letta-Meloni sul presidenzialismo. Chi preferisci? Vota

Confronto tra i principali leader politici in vista delle elezioni politiche del 25 settembre

 

Vota su Affaritaliani.it chi ti ispira maggiore fiducia cliccando qui
 

Il segretario del Pd, Enrico Letta, ha invocato "prezzi amministrati per 12 mesi per aiutare le famiglie e le imprese, è necessario per fare una legge. Se non faremo così la nostra strategia salta, l’obiettivo di Putin è strangolare l’Europa". Letta, poi, ha detto che si impegnerà per rafforzare "la centralità del Parlamento" e opporsi al presidenzialismo, che – dice – "lo indebolirebbe".  Letta si è dato tre macro-obiettivi. 5 anni per far sì che i nostri insegnanti abbiano uno stipendio in linea alla media europea, rendere obbligatoria la scuola di infanzia e allungare l’obbligo fino alla maturità (tra qualche mormorio di disapprovazione dalla platea) e l’introduzione dell’Erasmus nelle scuole superiori

Giorgia Meloni, presidente di di Fratelli d'Italia, ha affermato: "Bisogna rimettere al centro i cittadini, non mi sembra un sistema impresentabile. Abbiamo pagato l’instabilità politica con governi che si formano e si riformano dentro i palazzi. Questa modifica costituzionale sarebbe molto utile. La presidente di Fdi ha aggiunto: "Sono stata l’unica ad avere il coraggio di proporre le preferenze, affinché gli elettori scelgano i propri candidati". Meloni ha avanzato una proposta sul tema scuola. "Non ci può essere merito se non c’è uguaglianza nelle opportunità. È un paradosso che mentre diamo a tanti ragazzi che potrebbero lavorare il reddito di cittadinanza, non si trova il personale, in settori come il Made in Italy". Secondo Meloni, per aumentare i salari in Italia bisogna abbassare la tassazione sul lavoro: "Se vogliamo affrontare seriamente la questione non dobbiamo parlare di salario minimo, ma di cuneo fiscale". Salvo puntualizzare: "Per tutta la platea dei lavoratori autonomi, la questione dell’equo compenso è importante, così come sono convinta che serva un sistema unico di ammortizzatori sociali". Ha ribadito inoltre la sua contrarietà al Reddito di cittadinanza nella misura in cui «mette sullo stesso piano chi può lavorare e chi non può farlo: Il lavoro ha una sua dignità. Assistenza e lavoro non si mettono sullo stesso piano".

Matteo Salvini ha parlato della necessità di potenziare "il rapporto tra scuola e lavoro". Il segretario della Lega Salvini ha elencato quattro "proposte a prova di voto", consistenti innanzitutto nella detassazione su straordinari e premi a dipendenti e collaboratori. Riguardo il Reddito, a suo dire andrebbe mantenuto per chi non è abile al lavoro, mentre "gli altri, alla prima proposta rifiutata dovrebbero perderlo di diritto". È poi tornato sul tema della Flat Tax (che "non riguarda i milionari, ma famiglie, monoreddito fino a 55mila euro e bireddito fino a 70mila euro"), e delle pensioni, scagliandosi contro l’aumento dell’età pensionabile.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    confronto leader politici elezioni





    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


    motori
    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.