A- A+
Politica
Di Maio: la lettera (integrale) con il suo addio e la sua eredità politica
Luigi Di Maio

La lettera di addio di Di Maio - il commento

Come si vede si tratta di una lettera abbastanza di circostanza e stereotipata sulla quale però si aggiungono interessanti elementi di novità, rispetto al passato. La presenza della guerra in Ucraina spinge Di Maio ad auspicare una continuità d’azione con visione atlantica del governo Draghi, per la difesa dei valori occidentali.

Di Maio ha voluto ribadire la fedeltà dell’Italia e questo è frutto del clima di incertezza creatosi dopo la dichiarazione di ritrovata amicizia che Berlusconi ha fatto a Putin, mettendo in crisi Giorgia Meloni che della conversione all’atlantismo aveva fatto il suo punto irrinunciabile della sua proposta di politica estera. Soprattutto per la presenza nella coalizione del centro – destra della Lega Nord con Matteo Salvini in passato grande sostenitore di Vladimir Putin.

La situazione si è poi ulteriormente ingarbugliata per il fatto che il ministero degli Esteri proposto era -ed è ancora- in quota Forza Italia nella persona di Antonio Tajani che della linea atlantica è stato in effetti sempre difensore.

In effetti, in ambiente diplomatico, si è fatto notare come sia la prima volta che un ministro uscente lasci, per così dire, indicazioni al suo sostituto. Nell’ambiente paludato della diplomazia una vera e propria rivoluzione che restituisce però il segno della tensione che si sta vivendo in queste ore.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
luigi di maio





in evidenza
"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

Finley, l'intervista di Affari

"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


motori
Renault: nuova 5 E-Tech Electric: ordinabile in Italia le prime due versioni

Renault: nuova 5 E-Tech Electric: ordinabile in Italia le prime due versioni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.