A- A+
Politica

Ai bambini polacchi, malati di gravi forme di tumore e di leucemia, papa Francesco ha detto: "Voi fate tanto bene alla Chiesa con le vostre sofferenze, sofferenze inspiegabili. Ma Dio conosce le cose e anche le vostre preghiere". Ora, che le sofferenze di creature innocenti siano inspiegabili è pacifico, ma il Pontefice sbaglia affermando che tali sofferenze facciano bene alla Chiesa. Quei bambini, che sono malati ma non stupidi, avranno pensato: "Allora se guarisco, sottraggo del bene alla Chiesa? Per il bene della Chiesa conviene che io continui a soffrire?". Sfido chiunque, Papa compreso, a citare un solo versetto del Vangelo che esprima il concetto aberrante che le sofferenze di un bambino facciano bene alla Chiesa. Le sofferenze di un bambino fanno male a tutti, e certamente fanno male anche a Dio. Solo in San Paolo, che non era un bambino, troviamo: "Ora io gioisco nelle sofferenze che sopporto per voi, e completo nel mio corpo ciò che manca dei patimenti del Cristo" (Col 1,24). Ed ecco il commento di Elio Peretto: "Non è facile capire come Paolo completi nel suo corpo ciò che manca alle sofferenze di Cristo. L'atto redentore del Cristo fu perfetto e sovrabbondante" (La Bibbia, Edizioni Paoline, 1981).

Renato Pierri

 

Tags:
papa francesco
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.