A- A+
Politica
Ecco come funziona la nuova tassa (del Pd di Renzi) sulla morte


Il Partito Democratico di Matteo Renzi sembra pronto ad introdurre una nuova tassa: incredibile ma vero, la tassa sui morti. Il disegno di legge, presentato da Stefano Vaccari (Pd) e sottoscritto da molti senatori democratici, è già in discussione a Palazzo Madama e potrebbe essere approvato in tempi brevi.

In sostanza, il provvedimento si prefigge di riformare il settore funebre introducendo nuove tasse. La prima è quella sull'Iva al 10% sui servizi funebri, "che fino ad ora ne erano esenti".

Un nuovo balzello riguarderà poi ogni operazione cimiteriale richiesta (tumulazione, cremazione, etc...). Il costo? 30 euro l'anno, salvo rivalutazioni sulla base dell'inflazione.

Terza tassa sul caro estinto, questa volta indiretta. Il disegno di legge del Pd prevede l’obbligo per i comuni di destinare il 20% della Tasi incassata ai "cimiteri monumentali" per la gestione dei loro costi, che la stessa legge fa lievitare.

Tags:
renzi tassa morti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.