A- A+
Politica
Elezioni, contro Meloni in campo anche le BR. E Letta tace

Meloni premier: per l’Italia una rivoluzione democratica da cambiarne volto e sostanza, con ripercussioni a livello internazionale

 

Le scritte di minacce di morte “Giorgia Meloni preparati” e “Meloni come Moro” comparse l’altro giorno su un muro al centro di Mestre vergate con la stella delle Brigate Rosse possono essere l’atto dei soliti idiotima anche un segnale del clima che c’è qua e là a poco più di una settimana dalle elezioni politiche del 25 settembre. Commette un errore politico chi, nel centrosinistra, gode per qualsiasi attacco portato da chiunque contro la leader di FdI, ritenuta il “nemico”.

I sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani parlano chiaro: netta vittoria del centrodestra, con Fdi primo partito e possibilità reale che Giorgia Meloni diventi premier. Per l’Italia una rivoluzione democratica da cambiarne volto e sostanza, con ripercussioni a livello internazionale. D’altra parte, come può pensare di vincere alle urne questo centrosinistra baraondacon questo Partito Democratico (ex Pci ex sinistra Dc) da salottosempre più lontano dai ceti meno abbienti (operai, impiegati, pensionati, disoccupati), diventato oramai il partito dei “garantiti” e di chi ha un reddito mensile superiore a 5.000 euro?

Partito, questo Pd, tutto preso dalla globalizzazione, dai mercati, dalla finanza internazionale, dallo “spread”, dai gender, dagli omosessuali, dai migranti, dall’estensione del reddito di cittadinanza a più stranieri. E’ da questa inconsistenza e deriva politica e ideale della sinistra che fu e del suo principale partito che questo centrodestra a tre punte (Salvini, Meloni, Berlusconi) ha avuto via libera, addirittura guidato da Fratelli d’Italia. Guidato cioè da un partito sotto il 5% alle ultime elezioni politiche e che ancora oggi ha sulla bandiera, all’interno del suo simbolo, la fiammella tricolore ereditata dall’MSI e che trova origine nella fiamma che “arde immortale sulla tomba di Mussolini”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    elezioni meloni br letta





    in evidenza
    Ferragni-Fedez, storia al capolinea Il rapper sarebbe già fuori casa

    Le ultime indiscrezioni

    Ferragni-Fedez, storia al capolinea
    Il rapper sarebbe già fuori casa

    
    in vetrina
    A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova

    A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova


    motori
    Opel Astra Hybrid 2024: arriva il motore ibrido a 48 V e cambio DCT6

    Opel Astra Hybrid 2024: arriva il motore ibrido a 48 V e cambio DCT6

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.