A- A+
Politica

 

 

epifani (1)

PD: EPIFANI, NON MI RICANDIDO SEGRETARIO -

Guglielmo Epifani ha assicurato che non si ricandidera' alla segreteria del Pd. "No, l'ho gia' detto", ha detto il segretario . Mi e' stato chiesto di guidare il partito in un momento di grandissima difficolta'", ha ricordato, "mi sono preso questo compito e credo di farlo con serieta' e molta passione". Non solo. "Pian piano vedo qualche buon risultato. Certo il voto delle amministrative non e' merito mio ma segnala un clima di maggiore fiducia. Se riconquistiamo Roma, Siena e Brescia e' un risultato importante per il partito ma anche per il paese", ha assicurato.

PD: EPIFANI, RENZI SEGRETARIO? PARTITO RICHIEDE MEDIAZIONE - Guglielmo Epifani non si sbilancia sull'ipotesi che Matteo Renzi si candidi alla segreteria del Pd. "Renzi puo' decidere di candidarsi, e' una liberta' che tutti hanno e le nostre regole lo prevedono. Lui appartiene alla comunita' dei democratici, e' una delle figure oggi piu' popolari e oggi anche piu' forti che il nostro partito puo' mettere in campo. Tocca a lui questa decisione, la valutera' bene, e' un uomo di grande intelligenza e di grande attenzione", ha spiegato il segretario del Pd a Radio Capital. Ma puo' essere un buon segretario?, gli e' stato chiesto. "Puo' esserlo, ha fatto fino a oggi un'attivita' prevalentemente di amministore e quindi di governo. Il segretario risponde a logiche un po' diverse", ha sottolineato. "La guida di un partito richiede attenzione, mediazione, cura della comunita', ha piu' per la complessita' del Pd anche una proiezione interna", ha insistito. Dunque "non e' ne un no ne' un si', sto dicendo quali sono le caratteristiche di chi governa una citta' e di chi guida un partito, non sono caratteristiche uguali".

PD: EPIFANI, A PRANZO CON BRIATORE? DIPENDE DA RAGIONE - Guglielmo Epifani risponde diplomaticamente sulle polemiche per la cena tra Matteo Renzi e Flavio Briatore. Lei ci andrebbe a pranzo con Briatore?, gli e' stato chiesto in un'intervista a Radio Capital. "Dipende per che cosa, qual e' l'argomento della conversazione", ha spiegato il leader del Pd. "C'e' investimento da fare a Firenze, un investimento per il paese, un'occasione che crea lavoro? Si va a pranzo quando c'e' una ragione, io non conosco la ragione", ha aggiunto.

EPIFANI: BERLUSCONI DECIDA SE FARE INTERESSI PAESE O SUOI - Guglielmo Epifani e' tornato a chiedere a Silvio Berlusconi di decidere tra i suoi interessi e quelli del Paese. "Il problema non e' tanto Berlusconi in quanto tale, ma e' che Berlusconi deve sciogliere questo nodo. Se vuole essere responsabile verso il Paese, allora si aiuta questa transizione istituzionale, altrimenti vuol fare valere gli interessi di parte allora ci si mette contro gli interessi del Paese", ha spiegato a Radio Capital parlando del destino delle riforme istituzionali. "Pesa la sua vicenda personale che lui tende a far diventare una vicenda politica piu' generale. Se abbiamo deciso di dare vita, e lo abbiamo fatto assieme, all'unico governo possibile di fronte a un Paese che sprofonda nella crisi, se si e' assunta una responsabilita' bisogna essere conseguenti", ha insistito. " Poi naturalmente capisco i problemi che ha, non li sottovaluto, ma se si mette in discussione il governo e anche il lavoro parlamentare sulle non credo che si faccia il servizio di cui ci siamo assunti la responsabilita' verso il Paese", ha concluso.

GOVERNO: EPIFANI, LETTA STA FACENDO BENE E CON UMILTA'  - Guglielmo Epifani ha assicurato di apprezzare l'operato del premier Enrico Letta. "Mi pare che stia facendo bene, con grande serieta' e con grande umilta'", ha detto il segretario del Pd intervistato a Radio Capital. "Giusti i primi provvedimenti sul lavoro, giusto il modo in cui sta affrontando a livello europeo la possibilita' che l'Italia abbia risorse per creare un po' di lavoro, giusto il rapporto con le parti sociali", ha elencato, "mi sembra stia facendo con grande equilibrio una funzione di responsabilita' molto delicata di fronte a un Paese che sta ancora dentro alla crisi".

RIFORME: EPIFANI, TRAGITTO SEMIPRESIDENZIALISMO COMPLICATO - Guglielmo Epifani ha sottolineato la delicatezza di una riforma in senso semipresidenzialista. "Bisogna decidere la forma del governo e il sistema elettorale e qui ci possono essere non solo due strade ma anche altre", ha spiegato il segretario del Pd a Radio Capital. "E' chiaro che c'e' la volonta' dei cittadini di eleggere democraticamente i vertici delle istituzioni, e' il processo democratico che lo dice. Ma se vai verso quella direzione devi fare talmente tanti pesi e contrappesi e riforme costituzionali che per un paese che viene da una tradizione parlamentare rende molto complicato fare questo tragitto", ha avvertito. "Di tutto questo si discutera' nella commissione parlamentare e con i nostri iscritti e si arrivera' a una conclusione", ha assicurato. Ma vi sono altre due questioni da affrontare. "La prima riguarda il superamento del bicameralismo, di due organismi che hanno esattamente le stesse funzioni. Bisogna fare a Camera dei deputati e il Senato delle Regioni con funzioni distinte e riducendo il numero dei parlamentari", ha elencato. "Secondo, dobbiamo mettere un po' di ordine tra i poteri del governo centrale e delle autonomie locali", ha proseguito.

Tags:
epifanipdrenzi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.