A- A+
Politica
Ex-Ilva, sì a svolta sovranista del Governo, ma con le multinazionali
Ex Ilva

Ex-Ilva, sì alla svolta sovranista del Governo, ma non sulla pelle dei migranti

Se Acciaierie d'Italia non si presenta al tavolo con i sindacati è perché i governi non hanno messo finora la multinazionale ArcelorMittal con le spalle al muro. È ora di applicare il "sovranismo" a una multinazionale non ai poveri cristi che arrivano dal mare.

Il governo acquisisca il controllo di maggioranza e imponga la gestione pubblica dell'ex-Ilva per garantire la filiera italiana, l'occupazione, una produzione strategica e la bonifica ambientale. Il problema non riguarda solo Taranto. Basti pensare al gruppo Sanac. La Fiom Cgil e gli altri sindacati hanno giustamente annunciato lo sciopero e bene fanno a mettere al centro l'intervento pubblico. Va fatto nella forma più chiara e esplicita. Basta con la prepotenza dei predoni del capitale globale!

Giorgetti e Meloni non lo vogliono fare? Sarà almeno smentita la favola che questi sarebbero dei nemici dei globalizzatori. Per riconquistare forza il sindacato deve gettare definitivamente nella spazzatura i tabù neoliberisti del centrosinistra e sollevare la bandiera della Costituzione. 

Ambiente, salute, lavoro sono valori preminenti rispetto al culto ideologico del finto mercato. Nazionalizzare subito non è utopia. Il parlamento alla fine dell'ultima legislatura ha già dato un mandato politico in tal senso assumendo un odg elaborato dal sottoscritto e Nicola Cavazzuti per Rifondazione Comunista e Unione Popolare, presentato alla Camera dalle allora parlamentari di ManifestA. 

Il miliardo e passa di euro che reclama l'ad Morselli per ArcelorMittal si utilizzi per acquisire il controllo pubblico. ArcelorMittal fuori dall'Italia! Piangerebbe solo Calenda. L'amico e compagno Michele De Palma che viene dal movimento di Genova 2001 ha gli strumenti anche culturali per proporre questa impostazione con forza all'attenzione del paese. Noi di Rifondazione Comunista la sosteniamo da anni con convinzione.

 

*Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, coordinamento di Unione Popolare

Iscriviti alla newsletter
Tags:
governoilvamultinazionalisovranismo





in evidenza
Affari in Rete

Politica

Affari in Rete


in vetrina
Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream

Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream


motori
Volkswagen lancia le nuove ID.7 GTX e Pro S, con un autonomia di 707 km

Volkswagen lancia le nuove ID.7 GTX e Pro S, con un autonomia di 707 km

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.