A- A+
Politica
Fedez: "Renzi sembra nuovo, ma in realtà ha le idee della vecchia Dc"

«La mia musica è analisi e satira sociale. Mi ispira il buon senso. Mi hanno attaccato persino in Parlamento perché ho scritto l’inno del Movimento 5 Stelle. Ma io non faccio scelte “furbe”. Se mi fossi schierato con Renzi non si sarebbe alzato questo polverone. Nessuno ha detto niente a Jovanotti quando lo ha fatto, ma se io mi espongo per il Movimento vengo accusato di vilipendio. Renzi sembra rappresentare il nuovo, ma in realtà, rappresenta l’ideologia democristiana che di nuovo non ha nulla».

Non fa sconti a nessuno Federico Leonardo Lucia, in arte Fedez, il fenomeno musicale del momento, in una lunga intervista esclusiva pubblicata dal settimanale “Chi”. Fedez, il cui album “Pop- hoolista” è primo in classifica dall’istante in cui è uscito e le cui apparizioni in tv come giurato di “X-Factor” ne hanno fatto l’idolo dei giovani. Nell’intervista spiega perché nel suo disco se la prende con molte figure istituzionali, a partire dal Presidente della Repubblica “Caro Napolitano” recita una strofa del suo rap “te lo dico con il cuore, o vai a testimoniare oppure passa il testimone”.

«Non mi sembra di aver detto niente di reazionario o rivoluzionario», ribatte Fedez. «L’impressione è che in questo Paese si sia passato dal nascondere la verità a nascondere l’ovvio».

Alla domanda se papa Francesco con le sue idee progressiste incontri il suo favore Fedez risponde: «Questo Papa può essere bravissimo e avere belle idee: ma ci vogliono gesti tangibili. Mi piace che dica che la Chiesa deve spogliarsi dei beni terreni, allora perché non scioglie lo Ior e vende tutto? Sarebbe rispettato, ma finché alle parole non seguono i fatti resta marketing».

Nel suo album Fedez attacca anche i personaggi della cultura popolare, dalla musica alla letteratura fino alla televisione. In particolare dedica una canzone molto critica nei confronti di Barbara D’Urso. «Nelle mie canzoni non attacco l’individuo, ma l’istituzione e quello che rappresenta», spiega Fedez nell’intervista a “Chi”. «Anche se la D’Urso si è offesa devo dire che fa il suo lavoro ed è giusto che lo faccia. Se lei fa quel tipo di giornalismo, che per me non è giornalismo, anzi non è niente vuol dire che c’è una domanda. Ma lei rappresenta quella cosa».

Tags:
fedezrenzigrillo
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.