A- A+
Politica

angioletto

Vittorio Feltri, penna sopraffina, grande direttore e maestro di giornalismo, scrive per Affaritaliani.it.
Dopo Giorgio Forattini un altro uomo libero. Cresce Affaritaliani.it, divenuto da poco maggiorenne, cresce il peso e l'autorevolezza delle sue firme. Vittorio, il vero erede di Indro Montanelli, si produce oggi, nel suo esordio su Affaritaliani.it, in uno dei suoi pezzi magistrali, scrivendo senza peli sulla lingua del nostro premier Matteo Renzi uno dei suoi graffianti siparietti: "Consuma giorni e giorni blaterando di politichetta: cosicché il rischio è di diventare un Arnaldo Forlani qualsiasi e di annegare nelle chiacchiere, trascinando sott'acqua il Paese che già fatica a rimanere a galla".

Esemplare, no, questa sintesi? Gli diamo il benvenuto a bordo. Gli garantiamo, com'è nelle corde profonde di Affaritaliani.it, il massimo della libertà. E, come si dice, ad maiora, e hasta el Vittorio, siempre!

Tags:
feltri
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.