A- A+
Politica
Sgominata baby gang. Pestava gay e immigrati

 

 

"Guido Barilla è distonico rispetto al modello più attuale di famiglia. Non sono la sentinella del politicamente corretto, ma si è fatto del male: ogni impresa punta ad allargare il mercato non a restringere il mercato", così Nichi Vendola, governatore della Puglia e leader di Sinistra Ecologia e libertà, interveniente sul settimanale "CHI" in edicola domani, mercoledì 2 ottobre, a proposito delle furiose polemiche scoppiate dopo le dichiarazioni di Guida Barilla alla trasmissione radiofonica La zanzara ("Nei nostri spot non risaranno mai delle famiglie omosessuali, noi siamo per quelle tradizionali"). Intervistato dal settimanale, insieme con Anna Paola Concia e Alessandro Cecchi Paone, il leader di Sel, che ha posato spiritosamente in esclusiva per il settimanale con un pacco di pasta "no logo", ha dichiarato: "La famiglia non è affatto minacciata dall'omosessualità. Anzi, le famiglie gay, in fondo, sono invece il monumento ai valori della famiglia, anche se non legati a un fatto biologico. Quale fare famiglia per prendersi cura dell'altro e vivere in solidarietà costituisce anche una realtà economica attraente per le aziende più furbe". Il governatore  della Puglia, poi, offre un ramoscello d'ulivo a Guido Barilla: "Mi pare che stia avendo un turbamento sincero. E quando cade anche un muretto di pregiudizio, allora bisogna smetterla con il il broncio: bisogna fare festa".

"La pubblicità in gran parte del mondo si è adeguata ai cambiamenti sociali, soprattutto commerciali. Infatti gay, famiglie allargate e single comprano cucine e divani come gli altri. Vuoi vendere un prodotto solo alle famiglie etero e sposate ed escludere tutti gli altri? Fatti tuoi, ma non puoi farne una questione esplicitamente ideologica". Così Anna Paola Concia, ex parlamentare Pd e sposata a Francoforte da due anni con Ricarda Trautman, interveniente sul settimanale "CHI" a proposito delle furiose polemiche scoppiate dopo le dichiarazioni di Guida Barilla alla trasmissione radiofonica La zanzara ("Nei nostri spot non risaranno mai delle famiglie omosessuali, noi siamo per quelle tradizionali").  Intervistata dal settimanale, insieme con Nichi Vendola e Alessandro Cecchi Paone, l'ex parlamentare, che ha posato in esclusiva per il settimanale insieme con Ricarda mentre cena con un piatto di pasta nella loro casa di Francoforte,  dichiara: "Qui in Germania hanno mandato in onda un servizio girato al supermercato con folle di eterosessuali che non comprano più la pasta Barilla. Io e Ricarda siamo una vera famiglia e facciamo la spesa come tutti gli altri nuclei familiari. Tante ditte qui in Germania fanno spot con le famiglie gay, ma non le proporrebbero mai in Italia. Mi ha divertito Fiorello che ha proposto alla Barilla, come risarcimento per le gaffe, uno spot con me e Banderas che impastiamo biscotti del Mulino Bianco. Almeno lui non sarà costretto a parlare solo con la gallina".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
barillavendola
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.