A- A+
Politica
Il 25 aprile è la nostra giornata della memoria: difendiamola e proteggiamola

"Il più bel regalo che possiamo fare a noi stessi, ai nostri figli e a chi verrà, in questo 25 aprile, è sforzarci di ricordare tutte le storie che abbiamo incontrato nel nostro cammino". Il commento 

Oggi festeggiamo il 78° anniversario della Liberazione d’Italia. 
A ben guardare, questa è la nostra giornata della memoria: il giorno in cui si rende omaggio ai partigiani di ogni fronte che a partire dal 1943 contribuirono a liberare l'Italia dal nazifascismo. La storia è nota. L’azione della Resistenza fu coordinata dai Comitati di Liberazione Nazionali formatisi a Roma, a partire dal 9 settembre 1943. All'inizio composti da poco più di 1500 uomini e donne, poi via via sempre più capillari e numerosi - non bisogna dimenticare che accanto a loro si affiancò la partecipazione diretta della popolazione civile,  - i partigiani contribuirono a liberare molte zone ancora prima dell’arrivo degli alleati.

Una di queste è Milano. 
Quante testimonianze ho raccolto da parenti, amici di famiglia, viandanti che avevano desiderio di affidare a me, bottiglia in mezzo al mare, una traccia della loro memoria, del loro passaggio sulla terra. Storie di staffette, di coraggio, di corse pazze in bicicletta, schivando bombardamenti, mitragliate, solo per consegnare un dispaccio; di marce forzate per sfuggire, per attaccare, o per scortare oltre confine qualche povero disgraziato perseguitato. Tutte storie che meriterebbero di essere scritte. Ed io l'ho fatto, in uno dei miei libri, Milano nascosta, edito dalla Hoepli (recupera qui il link della recensione). Oggi confesso di provare un certo piccolo disagio.
 Un disagio che sa di mancanza: perché se qualcuno ti racconta una storia, allora quella storia vive anche in te, è un po' tua. E se tu non la trascrivi e la racconti, sei uno sprecone. Ed io non sono riuscita a raccontarle tutte.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
25 aprileliberazione





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


in vetrina
Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO

Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO


motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.