A- A+
Politica
Dall'austera Pivetti al blu-Boschi. Le donne di Renzi cambiano stile

di Krystel Lowell

In principio era Nilde Iotti. L'eleganza della politica. Una Donna elegante nel sorridere, nel vestire, nel parlare, nel riserbo e nel rigore. Difficile euguagliarla. Poi un periodo buio con Tailleur rigorosi e scuri, accessori essenziali e niente fronzoli. Poche donne per ricoprire incarichi considerati prettamente maschili. In seguito, finalmente, le cose sono un pò cambiate e una ventata rosa ha invaso "le stanze dei bottoni". Una giovane Irene Pivetti nel 1994, a soli 31 anni, ha portato una ventata di novita' con i suoi celebri foulard e tailleur rigorosamente color pastello. Stile e austerita' che segnarono un'epoca. Negli anni post Pivetti ci fu poi una rincorsa alla tendenza, all'apparire a tutti i costi, agli eccessi. Look poco adeguati al ruolo istituzionale. Ecco allora passare dallo stile rigoroso della Pivetti al lato B al vento della Minetti, la consigliera regionale lombarda dell'epopea formigoniana.

nicole minetti (10)Nicole MinettiGuarda la gallery


Come non ricordare poi le mini della Brambilla da Vespa che poco lasciavano all'immaginazione. Da un eccesso all'altro... Se vogliamo fare un'istantanea attuale possiamo invece notare un ritorno all'eleganza, al bon ton e ad una sobrieta' che pero' non ne mortifica la femminilita'. Merita sicuramente menzione la Presidente della Camera Laura Boldrini: una bellezza raffinata con uno stile pulito ed essenziale ma a volte forse un po' troppo ostentato e costruito.

Ci sono poi le Amazzoni di Silvio: Biancofiore, Ravetto, Bernini, De Girolamo, Santanche', Carfagna e Gelmini. Blazer con camicia bianca e pantaloni classici: questa la loro divisa ufficiale. Colpiscono il bon ton e le scollature della Biancofiore, il casual comodo della mamma De Girolamo e il tocco fashion della Ravetto che, con disinvoltura, osa con mise sensuali, tacchi alti e abiti sofisticati da vera diva. Si passa poi dai tessuti chiari ed eleganti della Bernini all'eccellenza e al buon gusto della Carfagna, mai fuori luogo e sicuramente tra le deputate piu' glamour. La coordinatrice lombarda di Forza Italia Mariastella Gelmini invece si presenta a volte con accostamenti e colori un po' azzardati. Abiti rigorosamente su misura e accessori griffati per la pitonessa Daniela Santache', sicuramente la deputata piu' cool. E' facile incontrarla durante le sfilate milanesi o a far shopping nel quadrilatero della moda.

carfagna (6)Mara CarfagnaGuarda la gallery

Analizziamo ora il look delle nuove ministre e come si sono presentate al giuramento da Napolitano. Spicca su tutte la bellissima Maria Elena Boschi: viso pulito, eleganza, spontaneita', femminilita' e giovinezza, ingredienti da far invidia a molte colleghe. Entrera' nella storia il tailleur blu elettrico accostato ad un top rosa carne e a plateau con tacco 12. Nella foto di gruppo si vede solo lei... Rimandate a Settembre Federica Mogherini e la sindaca di Monasterace Maria Carmela Lanzetta. La prima si e' presentata con un improbabile giacchino rosa salmone accostato ad un pantalone nero decisamente troppo ampio, la seconda con orribili stivali e un vestito nero troppo largo e corto. Per il neo ministro alla Semplificazione Marianna Madia calze nere velate su delle semplici ballerine che mettono in risalto le lunghe gambe affusolate nonostante la gravidanza. Il vestito in morbido jersey nero mette in evidenza il tenero pancione. Il tutto accompagnato da una capigliatura di stile rinascimentale. Avrebbe forse potuto osare un po' di piu', ma gli outfit quando si e' in stato interessante non son certo facili. Look deciso per la responsabile del dicastero dell'Istruzione Stefania Giannini. Un vestito nero aderente, forse un po' troppo, da vera dark lady accompagnato da un doppio filo di perle al collo. Ginocchia aihme' scoperte, calze velate nere e tacco a spillo che fanno molto professoressa. Promossa a pieni voti la ministra dello Sviluppo Economico Federica Guidi che sfodera un classico tailleur con fantasia a occhio di pernice. Bellissime le scarpe con grande fibbia d'argento e i magnifici gioielli. Non passa inosservato l'anello di brillanti accompagnato da un Rolex d'oro giallo. Taglio di capelli e trucco perfetto. Chiudiamo la rassegna con il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin che e' un inno al cioccolato Milka, "il Lilla che invoglia". Bello il taglio della giacca stile Armani accostata a una blusa bianca e a pantaloni neri inappuntabili. Sempre perfetto il suo hair style!


Una nota di merito e un plauso da parte di tutte le donne alle oltre novanta deputate che hanno accolto l'appello della Ravetto indossando abiti bianchi alla Camera per sottolineare la loro battaglia sulla parità di genere nel corso del dibattito sulla legge elettorale. Grazie a tutte Voi!

da www.theshowear.com  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
politicapolitiche
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
CUPRA Born: il suono della natura per farsi sentire

CUPRA Born: il suono della natura per farsi sentire


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.