A- A+
Politica

Di Chiara Giulia Micoccio

“La Puglia in più, quella Puglia che vogliamo continuare a costruire”, il punto di incontro tra il governatore della Puglia, Nichi Vendola, e il senatore della Repubblica Dario Stefàno (SEL). Se ne è discusso, ieri, a Bari a Villa Romanazzi-Carducci: un incontro organizzato dal “Movimento la Puglia per Vendola”.

Insieme a Nichi Vendola e Dario Stefàno, a raccontare quei valori “in più” che devono rappresentare e inorgoglire la Puglia, le testimonianze di tre pugliesi, Nicholas Caporusso, Maria Antonietta Bove e Mirko Raguso, le cui storie hanno contribuito a tracciare la linea su quanto fatto e sul futuro dell’impegno politico del movimento. A moderare il dibattito Luca Telese.

Innovazione, lavoro, diritti sono valori imprescindibili per generare crescita e sviluppo. Questo l’impegno politico intrapreso e la sfida sempre aperta e sempre più ambiziosa per una Puglia migliore, “in più”, che per Nichi Vendola e Dario Stefàno non può non passare dalla promozione del talento territoriale. Ne è un esempio il circuito virtuoso attivato da “Principi Attivi”: “una Puglia capace di rinnovare il patto generazionale che ci impegna a continuare a sostenere i giovani, la loro formazione e la creazione di occasioni di lavoro e di certezze” - sostiene Stefàno.

La “Puglia in più” passa non solo da “un’innovazione tecnologica, ma anche e soprattutto sociale - sottolinea Vendola - che vede il recupero dell’antico e delle tradizioni”; un’innovazione che deve saper raccontare i nostri prodotti e il nostro territorio. “La Puglia è diventata attrattiva perché l’abbiamo raccontata facendo innovazione nell’industria e nel turismo”, continua Vendola.

“La Puglia in più è voler raccontare prima a noi stessi, quello che abbiamo fatto in questi anni – incalza Stefàno - non per mettere al petto una medaglia, ma per continuare un percorso intrapreso fatto di grandi risultati, quelli di una Puglia che vuole essere riferimento per il Sud ma anche interlocutrice del Nord, una Puglia che non ha paura di guardare al futuro perché è tornata ad essere orgogliosa delle sue radici e delle sue identità”. Ma l’innovazione e il progresso della Puglia non possono non passare anche da una forte organizzazione: è fondamentale per le aziende sapersi aggregare rivendicando il diritto alla legalità e alla trasparenza per competere sui mercati globali. Innovazione e progresso non possono non passare dalla battaglia per la difesa dei posti di lavoro e dal diritto a tenere in piedi il senso della famiglia.

Non c’è innovazione, né progresso e futuro se non si ha occupazione e lavoro. Un doveroso e sentito passaggio anche sul discusso caso Ilva, in cui Nichi Vendola dichiara: “Ho sempre lottato per difendere i posti di lavoro, e non meno per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente. Costruire un apparato produttivo moderno è un’operazione complessa, ma non impossibile. Vorrei poter difendere i 20.000 posti di lavoro garantiti dall’Ilva, ma vorrei che si continuasse ad investire per cambiare la fabbrica e migliorare la qualità della vita. Se è un reato aver voluto difendere i posti di lavoro, e con essi la dignità e il valore della famiglia, allora posso sentirmi colpevole”.

Stefàno sostiene: “non bisogna pensare alla chiusura della fabbrica, ma ad un approccio che renda il diritto al lavoro compatibile con il diritto alla salute e questo lo abbiamo fatto e continueremo a farlo con una buona politica. Questa campagna de “La Puglia in più” partirà proprio da Taranto, una città che ha infinite risorse e tutto il diritto di riscattarsi e noi ci impegneremo anche per questo”.

Tags:
pugliavendolasel
in evidenza
Hannibal e un maggio bollente Temperature choc fino a 51 gradi

Previsioni meteo

Hannibal e un maggio bollente
Temperature choc fino a 51 gradi

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Dacia leader del mercato GPL in Italia

Dacia leader del mercato GPL in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.