A- A+
Politica
La Russa e la giornata a Villa Certosa: "Farfalle, guida sportiva e salmone"
Ignazio La Russa

«Berlusconi ha mostrato a Giorgia Meloni e al sottoscritto la sua splendida collezione di farfalle. Splendida. Ha delle farfalle viveedelle farfalle imbalsamate». Inizia così il racconto di Ignazio La Russa della giornata trascorsa insieme a Giorgia Meloni a Villa Certosa, residenza estiva di Silvio Berlusconi in Sardegna. Per La Russa era un debutto a Villa Certosa. «Appena siamo entrati a Villa Certosa, Berlusconi ha detto “So che c’è stato un vulnus ai vostri danni”. Giorgia ha subito chiarito che eravamo là in amicizia e per parlare di politica, non certo per capire come riparare", racconta La Russa al Corriere della Sera. "A noi piace stare in una coalizione di amici, non di gente che a volte ci tratta come se fossimo avversari. E Giorgia lo ha chiarito bene. A Berlusconi abbiamo anche detto: “Abbiamo bisogno della tua autorevolezza perché la coalizione di centrodestra sia un posto dove si sta tra amici”».

La Russa racconta la giornata con Meloni a Villa Certosa

Berlusconi era in forma?, gli chiede il Corriere. «In forma? In formissima! Ci ha portato in giro perla villa guidando la macchinetta elettrica come un pazzo, prendeva le curve come un pilota di Formula 1. Lui e Giorgia Meloni davanti; io e la fidanzata di Berlusconi, Marta Fascina, dietro. La fidanzata gli urlava “Vai piano!”. Ma lui niente», risponde lui. «Giorgia aveva preso solo il salmone. Silvio le ha detto di assaggiare soprattutto la parmigiana, che infatti era molto buona», prosegue La Russa.

Sul tema della federazione o del partito unico, La Russa risponde: «Per poter discutere di un’operazione del genere serve una pre-condizione: che tutti assieme si stia al governo o che tutti assieme si stia all’opposizione. Quindi, questa cosa fare essere affrontata solo dopo le elezioni. Berlusconi ha fatto anche qualche accenno alla possibilità, che era un’idea di Giorgia, di fare un coordinamento parlamentare prima. La Lega ha presentato emendamenti al green pass e noi anche, giusto?».

In chiusura un altro elogio di Berlusconi: «Le posizioni di Berlusconi che ci arrivano mediate dai suoi o da esponenti della Lega non sono mai come quelle che senti dalla viva voce di Berlusconi. Per evitare fraintendimenti dobbiamo parlare sempre con lui». Ma gliel’avete spiegato? «E certo. E lui ha detto chiaro e tondo: “Giorgia, tu chiamami quando vuoi. Poi, se hai troppe cose da fare e non riesci, fammi chiamare da Ignazio”».

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    la russaberlusconicena
    in evidenza
    Fine dell'Ue, terremoti, siccità... Nostradamus, le profezie 2022

    Che cosa accadrà il prossimo anno

    Fine dell'Ue, terremoti, siccità...
    Nostradamus, le profezie 2022

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


    casa, immobiliare
    motori
    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia

    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.