A- A+
Politica
Manovra, Berlusconi scontento e Meloni apre a Calenda e Renzi

Manovra governo Meloni, i distinguo di Berlusconi su lavoro e neoassunti

Berlusconi scontento della manovra. O almeno non contento di tutto quello che prevede. "Chiederemo alla maggioranza un impegno ulteriore sulla detassazione dei nuovi assunti, anche per offrire un lavoro a giovani che oggi vivono col reddito di cittadinanza, e per aumentare le pensioni più basse, gravemente erose dall'inflazione", ha detto il presidente di Forza Italia, intervenendo in videoconferenza all'assemblea del gruppo alla Camera, che aveva all'ordine del giorno la legge di Bilancio.

Ma Giorgia Meloni non dispera e Palazzo Chigi fa filtrare che verranno esaminate attentamente tutte le proposte di Calenda e Renzi su imprese e trasformazione digitale e pacchetto Famiglia, in particolare il capitolo del congedo parentale. Il governo, quindi, è pronto ad esaminare nel dettaglio tutte le proposte avanzate da Carlo Calenda durante l'incontro con la premier Giorgia Meloni. Ed, in particolare, su alcune si registra già una potenziale disponibilità. L'apertura arriva all'indomani del faccia a faccia tra la presidente del Consiglio e il leader di Azione, creando qualche malumore nella maggioranza. In primis dentro Forza Italia, dove i sospetti che il Terzo polo possa trasformarsi in una stampella per l'esecutivo in chiave anti-azzurri sono ancora vivissimi. 

Manovra: Salvini, Calenda? Gli faremo aprire un cantiere

Calenda? "Faremo aprire un cantiere anche a lui. Non ho seguito la vicenda, non mi appassiona, non passo le mie giornate a pensare a Renzi, Calenda e Letta. Ho un'agenda abbastanza piena". Lo afferma il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e vicepremier, Matteo Salvini, intervenendo alla IX Edizione del Convegno "How can we governe Europe?" rispondendo a una domanda se il leader di Azione Carlo Calenda fosse un alleato del governo, dopo l'incontro con il premier Giorgia Meloni. "Calenda e' stato votato per fare opposizione. Mi auguro che la faccia in modo costruttivo". 

Manovra, esame alla Camera al via il 20 dicembre

Il testo della Manovra economica arriverà in Aula alla Camera il 20 dicembre. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo, secondo quanto si apprende da fonti parlamentari. L'obiettivo della maggioranza e' quello di licenziare il testo prima di Natale per poterlo trasmettere al Senato. La Commissione Bilancio della Camera, dove venerdi' 2 dicembre verra' audito in seduta congiunta con il Senato il ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti, ieri sera ha stabilito il 7 dicembre alle 16.30 come termine ultimo pee il deposito degli emendamenti.

Manovra, Cgil: mobilitazione necessaria, nessuna iniziativa esclusa

ll Comitato direttivo della Cgil "dà mandato alla segreteria nazionale, nel confronto con Cisl e Uil, di mettere in campo tutte le iniziative di mobilitazione necessarie, nessuna esclusa, per sostenere le piattaforme unitarie e le nostre richieste tese ad ottenere le risposte necessarie ad affrontare questa fase che rischia di peggiorare rapidamente la condizione delle persone, aumentare le disuguaglianze sociali e territoriali, bloccare lo sviluppo del Paese". Così l'ordine del giorno approvato dal parlamentino della Cgil, in cui si richiama il giudizio sulla manovra considerata "sbagliata e da cambiare".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
berlusconimanovra





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.