A- A+
Politica
Marco Rizzo spiega la sua falsa espulsione dal Partito Comunista. Audio
Marco Rizzo

Il segretario del Partito Comunista spiega ad Affaritaliani.it il progetto "Uniti per la Costituzione"


Una provocazione della federazione milanese, in netta minoranza nel partito. Marco Rizzo, durante la sua partecipazione al fianco dei taxisti alla manifestazione nazionale di Roma contro il decreto concorrenza, spiega ad Affaritaliani.it come sono andate esattamente le cose sulla sua presunta, finta, espulsione dal Partito Comunista, di cui è segretario generale. Rizzo, inoltre, chiarisce anche il nuovo progetto politico, che si sta costruendo contro Draghi e il suo governo e in vista delle prossime elezioni politiche, con l’intento di essere "Uniti per la Costituzione".

 

ASCOLTA L'AUDIO CON LE PAROLE DI MARCO RIZZO


 

Marco Rizzo

Marco Rizzo

Marco Rizzo

Marco Rizzo
 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    marco rizzo partito comunistarizzo espulso partito comunistauniti per la costituzione





    in evidenza
    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

    Le foto

    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
    Matrimonio in vista? Quell'anello...

    
    in vetrina
    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."


    motori
    Tavares CEO Stellantis, conferma la produzione della Fiat Panda fino al 2030

    Tavares CEO Stellantis, conferma la produzione della Fiat Panda fino al 2030

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.