A- A+
Politica
Migranti, Calderoli: "Dietro invasione una regia. Con Salvini non succedeva"

Emegenza migranti, Calderoli: "Io non so se si tratti di un atto di guerra, ma..."

"Io non so se si tratti di un atto di guerra, ma quello che stiamo fronteggiando, con 127mila immigrati entrati da inizio anno secondo gli ultimi dati aggiornati dal Viminale, è un’invasione. Un’invasione pacifica, ma comunque un’invasione. Perché trattandosi di persone che in larga parte non hanno i requisiti per ottenere l’accoglienza umanitaria, e trattandosi di arrivi che contrastano con le nostre vigenti leggi italiane in materia di immigrazione, di invasione si tratta a tutti gli effetti. Il fatto che l’Austria rafforzi i controlli al Brennero come del resto fa la Francia a Mentone, che gli Stati a noi confinanti stiano sigillando i nostri confini, mi fa temere che questa impennata di arrivi non sia un fenomeno estemporaneo ma purtroppo strutturale perché organizzato, con una regia dietro". Lo afferma il senatore della Lega, Roberto Calderoli, ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie. "È evidente che a fronte di questi numeri, in assenza di una qualunque risposta da parte dell’Europa, l’Italia dovrà fare da sola: ma quale strada dobbiamo seguire? Quando Matteo Salvini era ministro degli Interni tutto ciò non si verificava, per cui a buon intenditor poche parole. Pensiamoci bene, prima che possa accadere veramente una catastrofe in termini di ordine pubblico e sicurezza…", conclude.

Emergenza migranti a Lampedusa, Piantedosi sente Darmian: "Più cooperazione tra i Paesi per lo stop alle partenze" 

Non s'arresta l'emergenza sbarchi a Lampedusa: un flusso record di migranti si sta riversando sull'isola. "Attualmente nell'hotspot ci sono circa 3800 persone in ulteriore diminuzione in quanto, da stamattina, sono in corso i trasferimenti che proseguiranno per tutta la giornata e che riguarderanno 2.500 persone", ha dichiaratao questa mattina Francesca Basile, responsabile Migrazioni della Croce rossa italiana. Una situazione che l'Italia non riesce più a reggere.

Il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi si è infatti mobilitato: ha avuto un colloquio telefonico con il Ministro dell’Interno Francese Gérarld Darmanin nel corso del quale i due Ministri hanno fatto un punto sulla situazione attuale dei flussi migratori nel Mediterraneo. Entrambi si sono detti concordi sulla prioritaria esigenza di una strategia che punti innanzitutto ad un rapido rafforzamento della cooperazione operativa con i Paesi di origine che possa incidere efficacemente sul blocco delle partenze, onde evitare che il problema si ripercuota anche sui movimenti secondari.

LEGGI ANCHE: Migranti, i numeri della "solidarietà" Ue: accolti 22 su 4mila. Italia isolata

Emergenza migranti a Lampedusa, Macron: "L'Europa deve proteggere meglio le frontiere" 

A prendere le parti  dell'Italia, dopo le polemiche degli ultimi giorni, anche la Francia. "Questa situazione dimostra che  l'immigrazione è un fenomeno che riguarda tutti gli europei", ha detto Macron, sottolineando che è necessario avere un "approccio umanitario". "La nostra responsabilità è prima di tutto quella di prendersi cura delle persone che sono arrivate", ha detto ancora. "C'è un lavoro che si sta facendo tra i due governi e delle decisioni saranno prese" ha detto il presidente, secondo il quale "l'Europa deve proteggere meglio le proprie frontiere".

LEGGI ANCHE: Migranti, eurosinistra dietro al record di sbarchi. Chigi: "Regia di Borrell"

Emergenza migranti a Lampedusa, Berlino: "La solidarietà riprenderà quando l'Italia riattiverà le regole di Dublino" 

Sulla stessa scia anche Berlino. "Guardiamo con preoccupazione la situazione a Lampedusa", lo ha detto oggi in conferenza stampa di governo un portavoce del ministero dell'Interno tedesco. Il meccanismo di solidarietà riprenderà quando l'Italia riattiverà le regole di Dublino, ha confermato l'esecutivo tedesco, come già detto mercoledì scorso. "La Germania è molto solidale" ha detto il portavoce del governo Steffen Hebestreit, dicendo di respingere le accuse che il Paese non lo sia.

Nel frattempo, secondo quanto scrive l'Ansa, una delegazione della Commissione Europea si trova a Lampedusa per una missione sul terreno con l'obiettivo di "toccare con mano la situazione e stabilire i prossimi passi". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
governomacronmelonimigranti





in evidenza
Affari in Rete

Esteri

Affari in Rete


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Miki Biasion prova la nuova Lancia Ypsilon Rally 4 HF

Miki Biasion prova la nuova Lancia Ypsilon Rally 4 HF

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.