A- A+
Palazzi & potere
Rai, tsunami "Seconda Linea". E la De Girolamo perde il programma

Dal Pd non ci pensano proprio a prorogare l'attuale Cda Rai. "È una notizia che mettono in giro gli stessi i vertici Rai che sperano di restare in sella chissà per quanto ancora. Ma noi siamo molto critici sulla gestione Salini - Foa, anche se ora c'è stato un minimo di riequilibrio, quindi è giusto che da aprile si cambi", fanno sapere dal Nazareno. Capitolo nomine. Sembrava fatta per la nomina di Mariapia Ammirati alla Fiction, molto stimata dal Pd targato Francesschini. Poi però all'ultimo cda della nomina non se n'è più parlato, si dice per un non accordo fra i partiti. Salini ha promesso che la ripresenterà, ma sono in molti a pensare che l'attuale Ad vogli tenersi la delega sulla Fiction, almeno fino ad aprile quando scadrà e verrà sostituito con l'intero Cda. Una bella e importante vetrina, in vista anche di una ricollocazione futura lontano da Viale Mazzini.

Intanto si susseguono le riunioni al settimo piano di viale Mazzini. Oggetto delle riunioni i bassi ascolti di "Seconda linea" su Rai2, il programma condotto dalla coppia Giuli-Fagnani. La seconda puntata andata in onda ha fatto l’1,7 di share, ancora meno del debutto all’1,9. Più o meno la stessa cosa sta accadendo a "Onorevoli Confessioni" condotto da Laura Tecce: 1,4% di share, però in un orario diverso. In queste ore si starebbe valutando se andare avanti o meno con " Seconda Linea" ma i vertici della rete fanno sapere che "è una sperimentazione. Rai2 ci deve provare. Hanno bisogno di fiducia". Insomma, per ora si dovrebbe continuare anche per non darla vinta ai leghisti Rai che "gufano" per la chiusura del programma considerato troppo vicino a Fratelli d'Italia: "é una sfida tutta interna al centrodestra", spiegano fonti di primissimo livello "ma non capiscono che con le guerre fratricide ci facciamo soltanto del male".

Mentre chi potrebbe fermarsi è Nunzia De Girolamo: ai piani alti di viale Mazzini gira voce che il suo programma potrebbe essere cancellato dal palinsesto dopo la richiesta di una condanna a 8 anni e 3 mesi da parte della procura di Benevento.

Capitolo nomine: Del Cioppo potrebbe approdare alla vicedirezione di Radio Due mentre alla direzione di Isoradio potrebbe arrivare entro fine anno Angela Mariella, molto stimata in casa Lega.

Novità in arrivo anche per Rainews: l'idea alla quale si sta lavorando è quella di aumentare i flussi informativi del canale diretto da Andrea Vianello sulle tre reti generalisti Rai 1, Rai2 e Rai 3 al fine di "coprire" le edizioni secondarie dei Tg.

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    rainunzia de girolamoseconda lineapdsalinilegafratelli d'italiafoaisoradioandrea vianellorainewsradiorai1rai2rai3
    in evidenza
    Neve e gelo all'assalto dell'Italia Le previsioni sono da brivido

    Meteo, offensiva siberiana

    Neve e gelo all'assalto dell'Italia
    Le previsioni sono da brivido

    i più visti
    in vetrina
    Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!

    Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!


    casa, immobiliare
    motori
    Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online

    Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.