A- A+
Palazzi & potere
Vaticano, il Papa vuole il Mattarella bis
(fonte Lapresse)

Sono all'incirca mille, scrive Italia Oggi, le scuole cattoliche che a settembre con ogni probabilità non riapriranno più e la colpa - secondo gli sfoghi della Cei - è da imputare a Conte, incapace nel gestire quanto sta accadendo dentro il suo governo. Lo stesso Conte con cui invece Bergoglio nutre ottimi rapporti. Non è infatti una novità che il premier abbia stretto con il Papa durante i numerosi incontri. In ogni caso l'aggregazione di Forza Italia, Azione e PdF vanta il 10 per cento dal punto di vista elettorale. Cifra che vedrebbe accrescersi se ci si aggiunge anche Italia Viva di Matteo Renzi. E chissà cosa penserà di tutto questo Bergoglio che fino ad ora ha solo sperato in un Mattarella bis.

Loading...
Commenti
    Tags:
    vaticanopapamattarella
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La tecnologia Bosch a bordo della nuova Maserati Ghibli

    La tecnologia Bosch a bordo della nuova Maserati Ghibli


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.