A- A+
Politica

Il presidente pugliese  torna all'attacco del Patto di stabilità Nichi Vendola chiama a raccolta i parlamentari pugliesi per tentare di modificarne almeno in parte i criteri. E, soprattutto, rilancia l'alleanza con i governatori delle Regioni virtuose, anche quelle a guida nordista, come Lombardia e Veneto. Ne riceve, in cambio, l'immediato apprezzamento del governatore veneto Luca Zaia. Zaia risponde presente e propone a Puglia e Lombardia di fare fronte comune per riportare nei territori di queste tre Regioni virtuose sotto il profilo dei conti il denaro bloccato dal patto di stabilità interno. ''Il governatore Vendola ha ragione - afferma Zaia - Di fronte all'assurdità di un patto di stabilità che blocca in Tesoreria i soldi 'veri' delle Regioni virtuose per garantire i buchi in bilancio di quelle sprecone, i colori politici non esistono''.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vendolazaia
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.