@Tommaso5mani

berlusconi@Tommaso5mani

berlusconi@Tommaso5mani

berlusconi
A- A+
Politica

Di Tommaso Cinquemani
 twitter@Tommaso5mani

berlusconi

Dopo due rinvii la Giunta delle Immunità del Senato non si è ancora insediata (la convocazione è stata fissata per il 21 maggio), ma è già nell'occhio del ciclone. Nel caso in cui Silvio Berlusconi dovesse essere condannato in terzo grado per il processo Mediaset infatti, l'organo di Palazzo Madama sarà chiamato a decidere dell'incandidabilità del leader del Pdl. In caso positivo questo significherebbe la parola 'fine' sulla carriera politica del Cavaliere, ma non solo, significherebbe anche uno tsunami per il governo e per la politica italiana.

La possibilità di una condanna è probabile e nel Pdl si corre ai ripari. La prima vera battaglia sarà nella scelta del Presidente della Giunta. La poltrona deve essere affidata ad un partito dell'opposizione. In pista ci sono il leghista Dario Volpi, il vendoliano Dario Stefano e un candidato che dovrà proporre il Movimento 5 Stelle. Inutile dire che il Pdl sta facendo di tutto perché venga eletto il rappresentante del Carroccio, mentre nel Pd vorrebbero il senatore di Sel. La battaglia sarà dura, perché il Presidente ha il potere di schedulare i lavori della Giunta e nominare i relatori che dovranno trattare 'il caso'.
 

Stefania Pezzopane

"Chiunque sarà Presidente dovrà essere un vigile applicatore delle norme", spiega ad Affaritaliani.it Stefania Pezzopane, già presidente ella Provincia dell'Aquila e ora senatrice membra della Giunta. "Dovremo essere tutti molto attenti alla lettura delle carte, senza pregiudizi, ma anche senza possibilità alcuna di derogare ad un chiaro diritto normativo".

Se nella scorsa legislatura il dibattito su Alfonso Papa aveva tenuto banco sui giornali per mesi, c'è da immaginare il putiferio che scatenerebbe una eventuale condanna di Berlusconi. "Abbiamo gli occhi puntati addosso. E' una giunta che si dovrà fare carico di situazioni complicate", spiega la Pezzopane. E se nel Pdl sono tutti schierati dietro al Cavaliere c'è anche chi, nel Pd,  preferirebbe che Berlusconi non fosse condannato. Un verdetto negativo della Cassazione vorrebbe dire guerra aperta in Parlamento, con un governo quasi certamente dimissionario e con un clima politico e istituzionale avvelenato.
 

Tags:
giunta per le immunitàmediasetberlusconi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.