A- A+
Politica

Viareggio, la Campania, il Nord: Matteo Renzi e' in campo per i ballottaggi delle Comunali. Il sindaco di Firenze ha intrecciato sull'agenda gli appuntamenti per la presentazione del suo ultimo libro a comizi per dare una mano ai candidati. E il tour elettorale e' anche il modo piu' soft per preparare il terreno in vista di una possibile candidatura alla segreteria.

Dopo averlo escluso per mesi, Renzi ha inziato a riflettere seriamente sull'opportunita' di scendere in campo al congresso di ottobre. Con Enrico Letta a palazzo Chigi, l'ex rottamatore vede allontanarsi la corsa per la candidatura a premier alle prossime elezioni; da segretario avrebbe maggiore spazio di manovra.

La decisione non e' stata ancora presa, ma parlando con i suoi negli ultimi giorni Renzi ha parlato apertamente della possibilita' di candidarsi. Del resto la richiesta gli era arrivata da molti dei parlamentari a lui vicini, consapevoli del pericolo di rimanere schiacciati da un lato dall'asse governativo Letta-Franceschini e dall'altra dalla nuova maggioranza che uscira' dal congresso. La partita pero' e' comunque ad alto rischio. L'elezione di Renzi alla segreteria sarebbe una spallata al governo, e' opinione di molti, e alla fine potrebbe ritorcersi contro di lui.

I lettiani guardano con curiosita' e' qualche preoccupazione ai passi del sindaco. "E' evidente che gli eventi delle ultime settimane lo hanno messo in allarme e probabilmente l'unico modo che vede per accorciare i tempi e' far cadere l'esecutivo bombardandolo dalla segreteria", ha spiegato un parlamentare vicino al premier, "ma rischia di fare la figura del ragazzino viziato e questo non giova alla sua immagine di leader assennato. Se facesse fallire l'esperienza Letta dovrebbe spiegarlo e a quel punto anche noi metteremmo in campo un'altra narrazione".

Non solo. "Con le candidature oggi in campo piuttosto deboli per affrontare primarie, da Gianni Cuperlo a Pippo Civati, potrebbe raggiungere un obbiettivo che in realta' non gli interessa e che non saprebbe gestire. Renzi non ha mai fatto vita di partito e potrebbe restare invischiato in un corpo che non conosce e senza una squadra", ha insistito la stessa fonte. Una mano al sindaco potrebbe arrivare dallo statuto. Nelle ultime settimane si e' parlato con insistenza della possibilita' di separare la figura del segretario da quella di candidato premier, ma l'idea sta incontrando qualche resistenza.

"Si tratterebbe di una trasformazione genetica del partito", ha sottolineato un bersaniano, "una volta che il segretario e' eletto con le primarie perche' non dovrebbe essere anche il candidato premier?". Da martedi' se ne occupera' la commissione congressuale, una quindicina di membri che saranno nominati dalla direzione, espressione di tutte le anime e con molti big. E alla riunione arrivera' anche la composizione ufficiale della nuova segreteria: otto-dieci al massimo i membri. Del vecchio gruppo dovrebbe restare Davide Zoggia, cosi' come saranno confermati sia il responsabile giovani Fausto Raciti, sia la responsabile donne Roberta Agostini. Tra i 'papabili' poi Deborah Serracchiani, Matteo Colaninno, Cecilia Carmassi, Enzo Amendola, Alfredo D'Attorre, Marco Meloni e Roberto Cuillo. In pista anche i renziani: si fanno i nomi di Luca Lotti o Lorenza Bonaccorsi.

Tags:
renzisegreteriapdepifani

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.