A- A+
Politica
La Grecia terremota il Pd: 25-30 senatori mollano Renzi per Tsipras?


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


La maggioranza di governo traballa. Traballa eccome. La riforma della scuola ha già lacerato il Pd. Il ddl Boschi sul nuovo Senato rischia di sancire una nuova lacerazione nel partito del presidente del Consiglio. Ora è arrivato anche il caso Grecia a terremotare il governo. Il premier-segretario continua a tenere i piedi in due scarpe: flirta con la Merkel (che però non lo invita mai nei vertici che contano) e strizza l'occhio a Tsipras. La posizione ondivaga è il frutto della maggioranza eterogenea. Se il Renzi si spinge troppo verso Atene, facendo davvero l'uomo di sinistra, rischia di perdere per strada quella fetta di Area Popolare ed ex montiani legati a Bruxelles e alla Bce. Se invece si appiattisce troppo sulle posizioni del governo tedesco, come è accaduto durante la visita a Berlino della scorsa settimana, si scopre a sinistra e la fronda interna al Pd aumenta. Già Civati e Fassina sono usciti e altri potrebbero seguirli. Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, proprio sulla crisi greca, ci sarebbero ben 55 deputati e 25-30 senatori della sinistra dem pronti a voltare le spalle a Renzi per costruire una forza politica di sinistra che si ispiri proprio alle idee di Tsipras. Un vero e proprio incubo per il presidente del Consiglio, che spera ardentemente in una soluzione in tempi rapidi, prima che la bufera si abbatta anche sull'Italia.

Tags:
renzipd
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.