A- A+
Politica

"In ginocchio, baciando il sacro anello". Non è piaciuto a Beppe Grillo il viaggio di Matteo Renzi a Berlino di giovedì scorso. Ancora meno il colloquio avuto dal sindaco toscano con la cancelliera Angela Merkel. Un incontro per il quale "il voglioso ebetino di Firenze", così lo definisce il leader del M5S, non avrebbe "alcuna credenziale".

"Il pellegrinaggio ossequioso, subito dopo il loro insediamento, dei nostri primi ministri, come Rigor Montis e Capitan Findus Letta, presso la Merkel - scrive Grillo sul suo blog -, e persino del voglioso ebetino di Firenze, che non vanta alcuna credenziale se non quella di aver vinto alla Ruota della Fortuna, ricordano la ricerca della benedizione papale dei grandi feudatari del medio evo".

Ma Renzi non è l'unico bersaglio del post. "Dopo le elezioni politiche di febbraio - annota Grillo - sono stato contattato ufficialmente, con una lettera o una mail seguita da una telefonata, dagli ambasciatori dei principali Paesi", mentre "solo una grande Nazione non ha chiesto un incontro ufficiale: la Germania. Sono convinto - aggiunge - che si tratta di una distrazione".

Torna, infine, nel post l'idea di separare i destini italiani da quelli della moneta unica. "Nell'euro, a queste condizioni - continua il comico genovese - non possiamo più restare se vogliamo mantenere in piedi il nostro sistema produttivo. "Non possiamo morire per Berlino - conclude il leader del M5S -, né fare la fine della Grecia per accontentare gli interessi tedeschi e le ambizioni dei nostri politici. Primum vivere, con o senza euro".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
renzi
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni

Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.