A- A+
Politica
Riforme, per Renzi la strada senza Berlusconi è in salita


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Matteo Renzi non scherza affatto. Sulle riforme saluta i sorci verdi, prendendo in giro così Renato Brunetta, e tira dritto: cambio l'Italia anche senza Berlusconi. La strada per il premier, però, non è tutta in discesa. Affatto. L'ok di Montecitorio alle modifiche della Costituzione arriverà a marzo ma il vero problema rischia ora di essere la legge elettorale. Sull'Italicum a Palazzo Madama il via libera era arrivato con i voti determinanti di Forza Italia (tranne i fittiani), viste le defezioni della sinistra dem. Adesso, però, il Patto del Nazareno - dopo l'elezione di Mattarella al Quirinale - è morto e sepolto e quindi la minoranza del Pd alla Camera pretenderà delle modifiche, in particolare l'inserimento delle preferenze eliminando i capilista bloccati tanto cari a Berlusconi e frutto proprio dell'accordo tra Renzi e l'ex Cavaliere.

Se il segretario del Pd accetta gli emedamenti di Fassini, D'Attore e Bersani rompe completamente con Berlusconi e si vedranno probabilmente altre scene di guerriglia parlamentare come sulle riforme istituzionali. Se invece Renzi tira dritto potrebbe non avere i voti della minoranza del Partito Democratico stavolta però senza il soccorso di Forza Italia. E nemmeno alla Camera la maggioranza è così bulgara da garantirgli sonni tranquilli. Ma in caso di modifiche e quindi di un ritorno dell'Italiacum al Senato, la situazione sarebbe ancora più complicata. A Palazzo Madama o si ritrova l'asse con Berlusconi - a questo punto quasi impossibile - o si accontentano i dissidenti dem rischiando però di perdere pezzi del centro di Alfano ed ex montiano. Nel Pd, inoltre, solo i fedelissimi di Renzi spingono per la linea dura. Anche i giovani turchi del presidente Orfini, finora allineati al segretario-premier, sono abbastanza critici e premono per un ritorno al dialogo con le opposizioni. Per Renzi la partita quindi non è facilissima e la strada parlamentare, piena di insidie tanto alla Camera quanto a Palazzo Madama, non affatto in discesa. Anzi...

Tags:
italicumlegge elettoraleriformeriforme istituzionaliriforme costituzionalirenziberlusconisenatocamera parlamento
in evidenza
Malocclusione dentale e abitudini Cos’è, come trattarla e conseguenze

Trattamento ortodontico

Malocclusione dentale e abitudini
Cos’è, come trattarla e conseguenze


in vetrina
Grandi Stazioni Retail: nel 2023 nuovi impianti e prodotti per il mercato

Grandi Stazioni Retail: nel 2023 nuovi impianti e prodotti per il mercato


motori
Nissan svela la versione speciale Ariya e-4ORCE Pole to Pole

Nissan svela la versione speciale Ariya e-4ORCE Pole to Pole

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.