A- A+
Politica
Riforme, per Renzi la strada senza Berlusconi è in salita


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Matteo Renzi non scherza affatto. Sulle riforme saluta i sorci verdi, prendendo in giro così Renato Brunetta, e tira dritto: cambio l'Italia anche senza Berlusconi. La strada per il premier, però, non è tutta in discesa. Affatto. L'ok di Montecitorio alle modifiche della Costituzione arriverà a marzo ma il vero problema rischia ora di essere la legge elettorale. Sull'Italicum a Palazzo Madama il via libera era arrivato con i voti determinanti di Forza Italia (tranne i fittiani), viste le defezioni della sinistra dem. Adesso, però, il Patto del Nazareno - dopo l'elezione di Mattarella al Quirinale - è morto e sepolto e quindi la minoranza del Pd alla Camera pretenderà delle modifiche, in particolare l'inserimento delle preferenze eliminando i capilista bloccati tanto cari a Berlusconi e frutto proprio dell'accordo tra Renzi e l'ex Cavaliere.

Se il segretario del Pd accetta gli emedamenti di Fassini, D'Attore e Bersani rompe completamente con Berlusconi e si vedranno probabilmente altre scene di guerriglia parlamentare come sulle riforme istituzionali. Se invece Renzi tira dritto potrebbe non avere i voti della minoranza del Partito Democratico stavolta però senza il soccorso di Forza Italia. E nemmeno alla Camera la maggioranza è così bulgara da garantirgli sonni tranquilli. Ma in caso di modifiche e quindi di un ritorno dell'Italiacum al Senato, la situazione sarebbe ancora più complicata. A Palazzo Madama o si ritrova l'asse con Berlusconi - a questo punto quasi impossibile - o si accontentano i dissidenti dem rischiando però di perdere pezzi del centro di Alfano ed ex montiano. Nel Pd, inoltre, solo i fedelissimi di Renzi spingono per la linea dura. Anche i giovani turchi del presidente Orfini, finora allineati al segretario-premier, sono abbastanza critici e premono per un ritorno al dialogo con le opposizioni. Per Renzi la partita quindi non è facilissima e la strada parlamentare, piena di insidie tanto alla Camera quanto a Palazzo Madama, non affatto in discesa. Anzi...

Iscriviti alla newsletter
Tags:
italicumlegge elettoraleriformeriforme istituzionaliriforme costituzionalirenziberlusconisenatocamera parlamento
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.