A- A+
Politica
Matteo Renzi (4)

Mobili riciclati da altre sedi, bandiere del Pd in vista, gli slogan della campagna per le primarie e foto dell'ultima Leopolda. Sono i 180 mq del loft che sara' la sede del comitato nazionale di Matteo Renzi. Un ex negozio di arredamento, a meta' strada tra Camera e Senato, affittato per l'occasione a circa 4.000 al mese. A inaugurare la sede questo pomeriggio il coordinatore della campagna di Renzi per la corsa alla segreteria del Pd, Stefano Bonaccini, che ha subito sottolineato: "Voglio tranquillizzare tutti, le bandiere del Pd ci sono perche' noi vogliamo un Pd piu' forte".

A curiosare tra le quattro stanze della nuova sede molti parlamentari renziani e di Areadem. Il comitato sara' "il cuore operativo" della campagna che Renzi condurra' scegliendo, molto probabilmente, come mezzo di trasporto il treno, ha spiegato Bonaccini, per toccare quasi tutte le regioni italiane, nei luoghi simbolo dell'Italia, sia quelli che simboleggiano i problemi che quelli che esaltano le potenzialita' del nostro Paese. Quello di Roma sara' il piu' importante, ma molti altri ne sono stati aperti: l'obiettivo che ci si prefigge e' di superare le duemila sedi della campagna per le primarie dello scorso anno.

"Vogliamo la campagna che sia la piu' bella possibile", ha detto Bonaccini che ha auspicato "un clima di gentilezza e di rispetto perche' gli italiani e il centrosinistra sono stanchi delle risse in famiglia. Noi la famiglia vogliamo allargarla, vogliamo che alle primarie venga tanta gente a votare perche' cosi' il Pd sara' piu' forte".

Numeri non se ne fanno, si evita il confronto con l'affluenza degli anni passati: "Non facciamo il mago Otelma, lavoreremo sodo perche' venga tanta gente a votare perche' vogliamo avere tanti iscritti, ma soprattutto tanti elettori per le prossime sfide del Pd", ha detto il coordinatore della campagna per le primarie.

Tags:
renziromaloft
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.