A- A+
Politica
Renzi, ok le critiche ma di sicuro non manca di chiarezza

di Pietro Mancini

Vittoria netta del governo, ieri, alla Camera sulla prima fiducia sull'Italicum. Oggi previste altre due votazioni. L'ampiezza dei consensi (solo 38 della minoranza dei democrat non hanno detto sì) sollecita una domanda e una riflessione : era proprio necessaria la forzatura, da non pochi, anche su Affaritaliani.it, considerata una "prova di arroganza", che ha fatto scrivere, martedì, a molti, attori e comparse, una brutta pagina dell'attività del Parlamento ? La riflessione s'impone, in primis, per il premier e leader del primo partito.

Da parte loro, gli avversari, interni al PD ed esterni, devono interrogarsi sulla inconsistenza, oggi, dell'alternativa a Matteo Renzi. "Area riformista"si è spaccata: è stato diffuso un documento di 50 'responsabili' pro-fiducia. Il ministro Franceschini ha invitato gli ex leader del Pd, Epifani, Bersani e Letta, a ripensarci. Forse, alcuni esponenti della minoranza del PD non hanno dimenticato la amara constatazione che, nel 2002, in pieno berlusconismo, fece il regista romano "de sinistra", Nanni Moretti, in un comizio a piazza Navona, indirizzata ai leader dell'epoca dell'Ulivo : "Con questi dirigenti, non vinceremo mai !".

Dopo le tante critiche, alcune condivisibili, altre meno, rivolte al successore del non molto sereno Enrico Letta, al leader di Rignano non può essere, certo, addebitata la mancanza di chiarezza. Ieri ha scritto su "La Stampa" : "Se la legge elettorale non passa, il governo va a casa. Se c’è bisogno di un premier, che faccia melina, io non sono la persona adatta. Se vogliono un temporeggiatore, ne scelgano un altro. Io non sarò della partita".

Tags:
renzicritiche
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.