A- A+
Politica

Pippo Civati, sfidante di Matteo Renzi alle primarie, avanza alcune riserve sul tenore del dibattito attorno alle riforme. Per l'esponente Pd, infatti, e' necessario rispondere a "domande non banali per evitare che le grandi riforme non si fermino di fronte ai soliti pasticci". E la prima delle domande che pone Civati riguarda il Senato "delle autonomie". Risulta "difficile immaginare quali sarebbero le funzioni di un Senato interamente composto da sindaci (quali poi?) e Presidenti di Regione, persone che peraltro hanno abbastanza da fare sul loro territorio tanto che oggi sono incompatibili col mandato parlamentare", sottolinea Civati.

Civati si dice consapevole che la "riforma del bicameralismo vada affrontata quanto prima, ma non puo' certo partire dalla composizione del Senato: prima di occuparsi di chi fa parte di un organo sarebbe il caso di capire cosa deve fare. Ecco, si e' spesso parlato, anche in coerenza con la riforma del titolo V, di una Camera delle autonomie. Ma questa e' una formula di sintesi che certo non puo' significare Camera dei 'localismi' rispetto alla quale deve essere chiarito piu' specificamente quale ruolo concretamente svolgera'. Pare abbastanza assodato, infatti, che non dovra' piu' esprimere la fiducia al Governo, ma per il resto si e' capito molto poco".

E ancora: il Senato "avra' ancora alcune competenze legislative (come una vera Camera delle autonomie probabilmente dovrebbe)? Su cosa? E in quale rapporto con la Camera dei deputati? Esercitera' funzioni ispettive e di controllo? Avra' poteri di nomina o di controllo sulle nomine secondo il sistema statunitense dell'advice and consent (forse opportuno in un Paese in cui spesso le nomine non sono sempre trasparenti)? Ecco tutto questo deve essere chiarito prima di parlare della riforma della composizione. Una volta stabilite le funzioni che il Senato deve esercitare, allora sara' possibile capire chi deve sedervi e perche'"

Tags:
civatisenatoriforme

i più visti

casa, immobiliare
motori
Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw

Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.