A- A+
Politica
Riforme, Renzi risponde ai 5Stelle. "Bene il dialogo, vediamoci mercoledì"


Maria Elena Boschi è impegnata in una serie di colloqui per mettere a punto i dettagli del testo dell'accordo sulle riforme istituzionali da votare in Commissione affari costituzionali del Senato. In mattinata, il ministro per le Riforme ha incontrato prima il coordinatore nazionale di Ncd Gaetano Quagliariello, a seguire il capogruppo di Forza Italia al Senato Paolo Romani.

Incontri accompagnati da note positive, un'accelerazione, come lui stesso la definisce, che disturba Grillo. Il leader M5s prima su Twitter prova a insinuare il dubbio: "Perché non hanno fatto lo streaming? Cosa hanno da nascondere?". Poi si rivolge a Renzi, ricordandogli la sua apertura al confronto: riforme costituzionali e legge elettorale, "ci stai o no?".

L'incontro con Quagliariello viene definito da fonti parlamentari "positivo" e nuovi contatti tra Boschi e il coordinatore Ncd potrebbero esserci, spiegano le stesse fonti, nei prossimi giorni.

Quanto a Romani, alla vigilia del faccia a faccia con Boschi il presidente dei senatori forzisti aveva premesso che "la nostra prima opzione rimane l'elezione diretta del presidente della Repubblica", mentre l'accordo "oggi riguarda la riforma del Senato e il nuovo Titolo V". E al premier Matteo Renzi, che ieri aveva definito "intempestiva" la proposta di Forza Italia di un referendum per l'elezione diretta del capo dello Stato, lo stesso Romani aveva ribattuto: "Intempestivo mi sembra l'aggettivo. Noi lo diciamo da 20anni".

Questo prima di vedere Maria Elena Boschi. A colloquio finito, Romani ha commentato: "L'incontro con il ministro ci ha consentito di conoscere le nuove proposte in tema di riforme istituzionali che saranno contenute negli emendamenti dei relatori che verranno depositati in Commissione fra oggi e domani".

"Abbiamo potuto apprezzare - ha rimarcato il capogruppo di Forza Italia a Palazzo Madama - significativi passi avanti rispetto al testo base, che vanno nel senso delle proposte da noi avanzate soprattutto in tema di rispetto e rappresentatività delle indicazioni elettorali dei cittadini italiani".

Ma "resta ancora da fare - ha obiettato Romani -. A fronte di pur positive modifiche rispetto alle proposte iniziali, rimarrà necessario per Forza Italia fare gli opportuni approfondimenti e le necessarie valutazioni per determinare la posizione del partito nel suo complesso".

Noi pensiamo di potere dare un contributo fondamentale alle riforme costituzionali e alla legge elettorale. Il voto di preferenza, il taglio ai costi della politica e il dimezzamento del numero dei parlamentari sono solo alcuni dei punti che mettiamo sul tavolo ignorati finora. Renzi, ci stai o no?". Beppe Grillo 'pressa' Matteo Renzi e dal suo blog ricorda punti di programma e disponibilita' M5S.

"Diciamo fin da ora ai cittadini italiani - e' la presa di posizione a futura memoria - che non c'e' alcuna preclusione da parte del MoVimento 5 Stelle ad affrontare anche un tavolo di trattative sulle riforme costituzionali. Vogliamo lavorarci in modo rapido e responsabile, non c'e' da parte nostra nessuna intenzione di ritardare il processo. Il vaglio finale dei nostri iscritti al portale sara' la garanzia della partecipazione democratica, valore fondante del MoVimento 5 Stelle". - Siamo in un Paese in cui la disoccupazione giovanile e' salita al 46% e la lotta alla corruzione ci costa circa 60 miliardi l'anno".

RENZI - Scrive agli "onorevoli capigruppo del M5S" per ringraziare della "apertura di un dialogo franco, aperto e trasparente nell'interesse dell'Italia". Matteo Renzi dice ai grillini che "la vostra lettera del 16 giugno scorso conferma che ci sono molto cose che continuano a vederci su fronti contrapposti, ma proprio per questo giudico importante che le forze politiche piu' rappresentative del Paese provino a scrivere insieme le regole del gioco". Dunque, dialogo ma tenendo a mente che "nessuno ha la verita' in tasca, tutti possono dare una mano, io almeno la penso cosi'. E lavoro con determinazione per arrivare insieme a questo obiettivo comune".

"La settimana prossima l'Italia gioca una partita molto importante: saro' personalmente in Parlamento martedi' per affrontare i temi del Consiglio Europeo e del semestre di Presidenza italiana", ricorda ancora Renzi. "Abbiamo sul tavolo - prosegue - innanzitutto la questione immigrazione e conto sull'aiuto di tutte le forze politiche di buona volonta' per respingere la montante propaganda xenofoba, non solo italiana, ma esigendo impegni concreti dalle Istituzioni comunitarie. La Commissione affari costituzionali entrera' nel vivo sulle tematiche della riforma costituzionale. Il Parlamento ricevera' il primo decreto attuativo della semplificazione fiscale. Alcune aziende annunceranno investimenti e la creazione di nuovi posti di lavoro". "Dunque - avverte - c'e' molto da fare e non c'e' tempo da perdere".

 

Tags:
grillom5srenzi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.