A- A+
Politica
Zingaretti perde il pelo ma non il vizio: firmati 3 concorsi per il Lazio
 Nicola Zingaretti
Lapresse

Nicola Zingaretti, il paladino della correttezza ricorre ai concorsi elettorali

L’ha rifatto. Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Già nel 2021 c’era stata una brutta storia di concorsi truccati che aveva portato agli arresti domiciliari un dirigente del Pd laziale, Claudio Moscardelli, segretario provinciale del Pd di Latina e già consigliere regionale, senatore membro della commissione parlamentare antimafia e l’allora direttore amministrativo dell’Asl di Latina e Presidente della commissione d’esame Claudio Rainone.

I due sono accusati a vario titolo di corruzione e rivelazione di segreto d'ufficio in un concorso pubblico per l’assunzione di 23 collaboratori amministrativi per l’Asl di Latina per favorire due candidati vicini a Rainone e Moscardelli che avrebbero superato il concorso proprio grazie alle domande concordate telefonicamente la sera prima con il dirigente della Asl. In cambio il dirigente voleva una promozione che gli aveva promesso Moscardelli che avrebbe contattato all’uomo il direttore della Asl e l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato (non indagato, ma ascoltato come persona informata dei fatti). Il processo è tuttora in corso e naturalmente vale la presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva.

Interessante notare come l’attuale assessore alla Sanità Alessio D’Amato che sarà presumibilmente il candidato del centro – sinistra alle prossime regionali nel Lazio, quindici anni fa fu sotto processo per truffa ai danni della stessa Regione Lazio, ma andò in prescrizione. La vicenda riguardava 270.000 euro di fondi pubblici destinati a ‘Iniziative di conoscenza, solidarietà e difesa della cultura delle popolazioni Indio-Amazzoniche’ che invece –era l’accusa- furono usati per altro. 

Adesso la Corte dei Conti del Lazio ha ipotizzato un danno erariale per la stessa cifra e lo ha rinviato a processo. Lui si è dichiarato innocente. Ma era il caso di farlo diventare assessore alla Sanità proprio in quell’Ente che lo vede immischiato in queste storie? La scelta, per un assessorato così delicato, è stata fatta naturalmente dal governatore Nicola Zingaretti. Ora c’è di nuovo una storia di concorsi questa volta (per ora) solo inopportuni. Infatti, nel bel mezzo di Ferragosto, mentre tutti stavano al mare o in montagna, un gruppo di dipendenti della Regione Lazio era chiuso in conclave per una nuova ondata di assunzioni nella Regione stessa: tre concorsi per centinaia di candidati da assumere in piena campagna elettorale

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    elezionilazionicola zingaretti





    in evidenza
    Affari in rete/ Chiara Ferragni-Fedez, social impazziti: i meme più divertenti sulla presunta rottura

    Guarda le foto

    Affari in rete/ Chiara Ferragni-Fedez, social impazziti: i meme più divertenti sulla presunta rottura

    
    in vetrina
    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


    motori
    BMW Italia e AC Milan lanciano la Campagna '+ Diversity is More'

    BMW Italia e AC Milan lanciano la Campagna '+ Diversity is More'

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.