A- A+
PugliaItalia
Attorre, consigli pratici per gli esami Sul web il mental coach pugliese

Gli esami di maturità sono alle porte. Ma come affrontare al meglio queste “terribili” prove che prima o poi tutti abbiamo attraversato? Da Canosa di Puglia, via Roma, arrivano i consigli del mental coach pugliese Francesco Attorre, che sul suo portale atlasbenessere.com affronta in maniera efficace la tematica, dando dei consigli concreti e di facilissima attuazione, come ad esempio cosa mangiare e cosa bere, le tecniche di rilassamento e utili esercizi per la notte prima degli esami.

Come raggiungere l massimo delle potenzialità

[...]
In questo e negli altri due momenti che lo seguiranno costruiremo insieme un’armatura praticamente indistruttibile perché tu possa affrontare da vincente la sfida della maturità.
Non è in gioco l’esame, lo sai bene.
C’è in gioco molto di più.
Ci sei tu.
Affrontare da vincente quest’esame significa vivere da vincente il tuo domani, che poi è il presente che seguirà proprio quell’esame.
Il tuo esame.
La posta in palio è altissima.
Per questo proverò a darti il massimo degli strumenti a disposizione x combattere fino in fondo, e provare a vincere.

Partiamo da un punto: le prove che stai x sostenere non potranno mai fare giustizia di cinque anni vissuti intensamente, tra alti e bassi ed infinite emozioni sospese tra i banchi di suola che tra poco saranno ricordi nei momenti di nostalgia.
Ciò che sei adesso è il frutto di quei cinque anni e non sarà certo un esame a smentirlo.
Tuttavia quell’esame ti chiede una cosa importante: confermare ciò che sei!

E per farlo non devi fare altro che esprimere non soltanto quello che hai imparato, ma anche e soprattutto la tua capacità di sapertela cavare
Perché la scuola è questo ciò che dovrebbe insegnare: “a farcela cavare!”  
E io so tu te la sai cavare. Basta semplicemente dimostri ciò che sai fare.

Sapertela cavare significa trovare una soluzione a qualunque situazione, una via di fuga da qualunque trappola, per non restare fermi.
Eccoci arrivati al primo punto su cui fermarci:

Quello che dovresti evitare in ogni modo possibile è………….. RESTARE IMMOBILE!
Ciò significa non parlare o scrivere poco o quasi x niente. Perché se fai questo tu comunichi silenzio, cioè VUOTO di te.

francesco attorre   foto fioravanti
 


Chi sta dall’altra parte non ti conosce!
O quantomeno non ti conosce bene. Qualsiasi cosa tu gli trasmetti che non sia silenzio, gli dà qualcosa di te e su quel qualcosa poi fa una valutazione.

Qui non vale la regola del: non dicendo o non scrivendo evito di sbagliare….

Se non scrivi o non dici non solo sbagli a priori ma addirittura contemporaneamente dici….che non sai!

Quindi, ricapitolando:

quello che devi fare è “SCRIVERE”, SCRIVERE più che puoi………… E “PARLARE”….dire quasi senza fermarti mai…..

SCRIVERE…. E PARLARE…..

Chi se ne frega se sbagli?...... Tu scrivi…..e parla……

Quello che ora andremo a fare è metterci nelle condizioni di saper scrivere e saper parlare…

Convinciti di sapere le cose che hai studiato. Ricorda che hai 18 anni, non esiste malattia degenerativa a carattere demenziale a questa età, né amnesie patologiche di qualsiasi origine. La tua mente è sana dunque non dimentica. Deve solo richiamare dal magazzino dove i dati sono tutti ammassati.

Per farlo deve liberarsi di alcune sostanze nocive, che la inibiscono un po’. Una di queste è l’adrenalina, quando nel sangue supera un certo valore……. E, come sai, l’adrenalina si produce nelle situazioni di forte stress quando hai paura fottuta di morire…

I vuoti di memoria sono direttamente proporzionali al livello di adrenalina in circolo…. Meno c’hai paura meno adrenalina hai. Meno adrenalina hai, più la tua memoria è lucida e crescono a dismisura le tue chances di successo.

Ti do alcuni suggerimenti pratici x abbassare il grado di adrenalina:

1.  Nei tre giorni che precedono ogni prova, bevi almeno un litro e mezzo di acqua naturale e fai molta…pipì…

2.  Abituati a bere un bicchiere di latte la sera, possibilmente con un cucchiaino di miele disciolto dentro…………. Il latte ha un forte potere rilassante, oltre che nutriente, dunque approfittane!

3.  Dedicati quindici minuti al giorno x fare cyclette o tapis roulant. L’attività fisica è molto importante x ripulire il sangue ed il corpo da tutte le tossine generate dalla tensione…………. Permette la produzione endogena, cioè dentro di noi, di oppioidi endogeni, sostanze di stimolo utilissime x la carica pre-esame, e consente di dormire assai meglio la notte risvegliandosi al mattino freschi e riposati.

Una cosa importante che ti consiglio di ricordare è quella di prenderti ogni giorno, durante la preparazione, mezz’ora totalmente x te, in cui dimenticarti che esiste lo studio e la tua preparazione. Quella mezz’ora è un tempo tuo, in cui fare solo ed esclusivamente ciò che vuoi, godendoti un tempo di piacere e relax. Fai in modo che sia ogni giorno, e che sia mezz’ora assoluta.

La tua preparazione deve occupare un tempo di otto ore nel corso di ogni giornata.   

Qui di seguito ti propongo un programma generale che potrebbe servirti come guida.


 

francesco attorre (2)   foto fioravanti
 

Tipo….


Sveglia alle 7:00… un’oretta circa per la colazione e una bella doccia rinfrescante…e si inizia….

Dalle 8:30 alle 10:30 due ore full immersion, senza distrarsi né fermarsi un attimo.  

 
Volontà a mille e concentrazione al top!

Tra poco ti spiegherò alcune tecniche x studiare con successo, ma ora tieni a mente il fatto che nelle prime due ore la tua full immersion dovrà essere totale!

A fianco a te un succo Ace o una bottiglia di acqua liscia o frizzante, purché sia fresca…

Al mattino la mente è fresca, e apprende con grande facilità. Riservati perciò gli argomenti più difficili e soprattutto quelli in cui sai meno, e che devi imparare di più.

Leggi attentamente e schematizza su foglio………… lavorando sui concetti fondamentali e sulle parole chiave……

Cosa sono i concetti fondamentali e cosa sono le parole chiave?

I Concetti fondamentali sono le tre frasi che raccolgono il numero più alto di informazioni di ogni pagina.

In linea di massima prova a dividere la pagina in tre parti, lo vedi ad occhio. In ognuna di quelle tre parti ci deve essere “x forza” una frase principale, quella che dice la cosa più importante.  

Scrivile a parole tue sul foglio alla tua destra o, se sei mancino o se sei mancina, alla tua sinistra.

Allo stesso tempo in ciascuna delle tre parti in cui dividi la pagina, individua le parole che ti emozionano di più.

Probabilmente ce ne saranno alcune che fanno riferimento a colori, oppure numeri, oppure nomi di miti o qualsiasi altra cosa in grado di suscitare in te emozioni.

Riporta semplicemente sul tuo famoso foglio queste parole. Non devono essere più di cinque x parte.

Ricapitolando, mentre leggi con attenzione la tua pagina, le tiri fuori massimo tre pensieri significativi e cinque parole chiave……… e vai avanti….

Naturalmente questo lavoro ti porterà via pochi minuti. Dovresti riuscire a schematizzare ogni pagina in un tempo di cinque minuti.

Con impegno e pratica, tutto si farà naturale e nelle due ore praticamente hai “scansionato” col “modello emozionale creativo” circa venti-venticinque pagine , che non sono affatto poche.

Poi è la volta della PAUSA!

Dopo due ore così intense è il momento di riposarsi un po’.

Venti minuti farebbero al caso.

Stacca tutto, ma tutto veramente, e preparati un bel piatto di frutta fresca. Se hai dell’ananas sarebbe ok, ma qualunque tipo di frutta va bene. Accendi la radio e ascolta un po’ di musica, la musica che più ti piace!

Mentre fai pausa, pensa a delle cose belle!!!!!

Fai scorrere nella tua mente immagini belle.

Cose piacevoli che ti sono capitate, ma anche cose che vorresti possano capitarti.

In pratica qualcosa che visualizzi e che in qualche modo “sogni” ad occhi aperti.

Da questa pausa devi trarne il massimo del beneficio…….. la più alta carica x ripartire, xke’ ti aspettano due ore non proprio belle, quelle della tarda mattina, e devi essere più che mai in forma.

Torniamo alla preparazione ora….

E riprendiamo…..

Ti dicevo un attimo fa che queste due ore che ci aspettano non sono proprio il top, per cui dobbiamo saperle gestire come si deve!


Avendo fatto un bel lavoro di concentrazione inizialmente, adesso devi stancarti di meno, per cui sarebbe opportuno impiegarle nelle due attività che meno di tutte ti stancano, ovverosia la ripetizione e gli esercizi.

Ti consiglierei di cominciare con la RIPETIZIONE.  

Se hai degli schemi o degli appunti a disposizione tanto meglio, altrimenti apri pure il libro, ma questa volta su argomenti che ritieni di conoscere abbastanza bene.

Incomincia col chiudere gli occhi e ripetere ad alta voce ciò che ricordi….

Visto che si tratta di ripetizione, e dunque di argomenti che già in qualche modo conosci, puoi tranquillamente utilizzare la tua memoria fotografica, quindi dai un’occhiata appena alla pagina, e comincia, senza poi guardarla più, a parlare sull’argomento.

Fallo cinque minuti esatti.

Appena hai terminato il quinto minuto, in lettura più o meno veloce, scopri i righi del libro e confronta quanto è riportato. Non appena ti accorgi di aver “saltato” qualcosa, scrivila immediatamente su di un foglio bianco che prontamente terrai sulla tua scrivania, facendo in modo di considerarlo come se fosse a righi trasversali.       

Scrivi i concetti che non ricordi man mano…….. partendo dall’alto e lasciando un po’ di spazio tra un pensiero ed un altro.

Questo semplicemente perché alla fine tu possa prendere un bel paio di forbici e tagliare in striscioline il foglio così da avere tante striscioline quanti concetti o frasi avrai scritto.

Fai questo lavoro x un’ora intera. Poi dedicati dieci minuti di pausa e passa alla seconda ora, quella che dedicherai agli esercizi.

In quest’ora esercitati in una materia che sai all’esame ti chiederà un procedimento di risoluzione scritta.

Fai esercizi di matematica piuttosto che di greco o latino o qualunque  altra materia tu sai ci sarà, a seconda del tuo indirizzo.

L’importante è che sia solo una materia. Quell’ora tu la dedicherai agli esercizi di quella materia e a niente altro.

Poi, scaduta l’ora, finalmente……….PAUSA PRANZO!!!!!!!!!!!


Riprenderai a studiare alle 16:00!!!!!!!

Un accorgimento importante durante la pausa pomeridiana è quello di non dormire.

La pennichella pomeridiana ti spegne un po’ la concentrazione e la carica energetica per cui fai di tutto per evitarla.

Rilassati al PC o guardando la TV, ma evita in tutti i modi di dormire….

Verso le 16:00 è il momento di un bel cucchiaino di miele o di pappa reale (salvo che tu non abbia qualche problema clinico tipo il diabete che te lo sconsiglierebbe eventualmente) unitamente ad un bicchiere di succo ai frutti esotici. Siamo in estate, motivo per cui non è difficile trovarlo nei supermercati. Ancora un pochino di relax e alle 16:30 si riprende….

Lo schema delle prime due ore è praticamente identico a quello della mattina. La variante è la seconda parte, perché utilizza le ore serali, quelle del bioritmo migliore, a più alto rendimento, che ottimizzeremo al massimo…

Dedicherai, infatti, questo spazio, alla “ripetizione che fissa”, cioè che ti fa memorizzare…. Quella, in sostanza, che ti servirà per l’esame…

Questa volta ripeterai ciò che avrai imparato al mattino, nelle prime due ore, e lo farai con l’aiuto dei colori….già….dei colori….

Devi sapere che i colori hanno un fortissimo potere sulla memoria, per questo li useremo adesso….

Parti dal primo foglio in cui al mattino avevi schematizzato con i pensieri fondamentali e le parole chiave.

Utilizza il GIALLO, cioè l’evidenziatore giallo, x evidenziare i concetti che ti sembrano più facili da ricordare, in qualche modo……. più familiari…..

Poi comincia anche ad usare gli altri colori…….. ciascuno x una o più parole chiave o concetti che ritieni più impegnativi da memorizzare…

Ovviamente tutti i concetti o le parole chiave che si rassomigliano li evidenzierai con lo stesso colore.

Quando avrai terminato di rivedere ciò che hai schematizzato al mattino, ti dedicherai a rivedere tutte le striscioline raccolte nella terza ora

Ricordi, vero?!

Questa volta le prendi una ad una, le leggi attentamente, e le sottolinei o le evidenzi con un colore a tua scelta sulla base del grado di difficoltà x te a memorizzarle, e le riponi in un contenitore, dopo averle fatte a cilindretto, arrotolandole…


Allo scadere delle 21:00, considerando la pausa di mezz’ora al termine del primo blocco della seconda parte, stacchi completamente, e ti regali la serata x te


Te la sei meritata….

Adesso è tua!!!!

Le ore che seguono devono essere completamente libere…

Devi concederti tutto ciò che può farti piacere….


NESSUNA RESTRIZIONE….

 

Il momento che ti chiedo di considerare è quello che precede il tuo metterti a letto….

Un momento importante xkè “FISSA”, consolida ed immortala i concetti hai appreso durante tutta la giornata.


Adesso tocca ancora una volta a quelle striscioline famose….

…che dovresti aver colorato e che dunque sono variopinte…..


Ne prendi una a caso…

La apri piano piano, arrotolandola lentamente. Man mano che la strisciolina si apre, cominciano a comparire le scritte.

Ora, leggi solo le prime tre parole e poi richiudila.

Prova a ricordare come seguono….

Poi controlla….

Se rispondi bene non riporle nello stesso contenitore ma in un altro contenitore vuoto che avevi messo da parte sulla scrivania-

Continua così fino a quando non ti annoi…

Poi….. a nanna…..

(gelormini@affaritaliani.it)
 

Tags:
attorreesamionlinemental coachcanosa di puglia
Loading...
i blog di affari
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
Laurea bruciando i tempi? Prima bisogna risvegliare la passione per la cultura
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.