A- A+
PugliaItalia
Decaro e Bari futura "Il tram del mare"

Antonio Decaro, candidato sindaco del Centrosinistra a Bari e il suo staff reagiscono agli stimoli della campagna elettorale sul programma e sul futuro della città.

"Il prossimo 25 maggio i cittadini di Bari saranno chiamati a scegliere il futuro candidato sindaco. A tutti quelli che fino ad oggi si sono chiesti leggendo i giornali, chiacchierando al bar sotto casa o in ufficio “Si, ma il programma?” il candidato sindaco Decaro dà appuntamento al Cinema Multisala Galleria, sabato 26 aprile alle ore 11".

Antonio Decaro poi spiega: “Ci hanno accusato di non avere contenuti e di condurre una campagna elettorale a colpi di slogan e spot frivoli senza contenuti. A questi rispondo: Presente!"

Tram del mare 1
 

"Sabato racconteremo a tutti le nostre idee per il futuro di Bari. Non idee roboanti o promesse elettorali ma cinque grandi progetti. Non solo progetti ma un nuovo approccio di governo per dare risposte concrete alle richieste dei baresi e alle esigenze da loro espresse su ambiente, urbanistica, mobilità, cultura e marketing territoriale, welfare, economia".

E alla richiesta di qualche anticipazione: "Per non deludere tutti quelli che mi conoscono in questa città comincerò la mia presentazione dai  trasporti. M.U. V.T. Mobilità urbana veloce tecnologia.  Il grande progetto del Tram del mare".

Così descritto: "Otto kilometri di metrobus  per collegare Pane e Pomodoro con il park and ride di Lamasinata. Questo sarà uno degli obiettivi realizzabili nel periodo 2014-2019. Ma io voglio avere i piedi per terra e la testa tra le nuvole, per progettare la mobilità del futuro: dal 2020 in poi lavoreremo per sostituire il metrobus con una rete tramviaria che partirà da Torre a Mare e arriverà a Santo Spirito collegando così le due ex frazioni marine”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
decaroprogrammacomunalitrammare
i blog di affari
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"
Covid, lo smart working è il paradiso soltanto per i gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.