A- A+
PugliaItalia
Ferrovie, doppia velocità e "servizi" a bordo

di Rocco Boccadamo

Gradirei che gli addetti ai lavori di “Trenitalia” spiegassero come mai, nel 2014, sull' importante linea Milano – Venezia, i treni più veloci, denominati “Frecciabianca”, per coprire la tratta Padova- Milano di 229 chilometri, quattro fermate intermedie, impiegano due ore e sette minuti, con una media, quindi di 109 chilometri orari circa.

Servizi WC
 

Quando, ad esempio, nel centro e sud Italia, i convogli più celeri, ivi appellati “Frecciargento”, compiono la tratta Roma Termini – Lecce, di oltre 600 chilometri, di cui 164 a binario unico, sei fermate intermedie, nel tempo di cinque ore e ventidue primi, alla media di 116 chilometri.

Gradirei, altresì, sapere come mai, domenica sedici novembre, i treni “Frecciabianca” 9712 e 9733, rispettivamente Padova - Milano e viceversa, presentassero la metà dei servizi igienici in penose condizioni d’inagibilità.

Per finire, dove sta scritto che ci si debba occupare e preoccupare, traendone motivo d’orgoglio, unicamente dei treni “Frecciarossa” e dell'alta velocità?

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ferrovietrenivelocitàsalentoadriaticaservizi
i blog di affari
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
DONAZIONI DI SANGUE, AIUTI E PROGETTI PER AGRICOLTURA E BIOGAS
Boschiero Cinzia
Atti fiscali illegittimi: Convegno a Milano il 20 maggio
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.