A- A+
PugliaItalia
Fg, Udc rompe alleanza Tarquinio (FI): 'Inaffidabile!'

Foggia -Tutto e il contrario di tutto. L'Unione di Centro (UDC) si separa dalla coalizione azzurra, e scarica il candidato sindaco per la coalizione di centrodestra, Franco Landella, costretto a rivedere i manifesti elettorali.

L'Onorevole e segretario provinciale dello scudocrociato, Angelo Cera, avrebbe così boicottato l'unione tra i moderati, ed il ritrovato accordo tra Forza Italia e il Nuovo Centro Destra. Il tutto, pare, in nome di Gianfranco Savino, ex sindaco di San Severo sentitosi “tradito” dagli stessi compagni di partito, firmatari, prima della sua decadenza a due mesi dalla scadenza del mandato sindacale, e poi vistosi sostituito da Leonardo Lallo (FI) nella corsa elettorale per le amministrative, del prossimo 25 maggio.

Tarquinio
 

Ora, il segretario, ha deciso di appoggiare Augusto Marasco, candidato sindaco per il centrosinistra di Foggia. “Tale decisione – fa sapere il direttivo UDC - è scaturita per ragioni politiche, riconducibili alla poca affidabilità della coalizione di centrodestra nel rapporto con l'Udc, che resta l'unico contenitore politico di centro. La correttezza politica emblematica è stata la situazione che si è verificata a San Severo, dove, in barba alla più elementare forma di correttezza politica, si è scelto di candidare uno di quei personaggi – sottolinea l'Unione di Centro riferendosi a Leonardo Lallo - che ha mandato a casa il sindaco uscente,  Gianfranco Savino, sempre sostenuto lealmente dallo scudocrociato.”

Ma la rottura sarebbe stata decisa dai moderati, all'indomani di un confronto teso tra gli stessi  iscritti al partito. Il senatore Lucio Tarquinio, coordinatore provinciale di Forza Italia, in una nota stampa di replica denuncia “l’imbarazzo di chi, in rappresentanza dell’UdC, ha partecipato attivamente agli incontri promossi dalla coalizione di centrodestra, condividendo lo spirito e la sostanza della nostra proposta politica e contribuendo attivamente alla redazione del nostro programma di governo.”

Cera Udc2
 

Secondo il senatore forzista “sarà difficile per questi amici affrontare la campagna elettorale accanto a personaggi politici diversi da quelli con i quali si sono confrontati sino a qualche giorno fa. Sarà surreale per loro alzarsi dal tavolo del centrodestra per salire sul palco del centrosinistra. Ho sempre avuto il massimo rispetto per le determinazioni dei partiti politici. Anche se in questo caso – sottolinea Tarquinio - siamo in presenza di un’azione che sconfessa totalmente e palesemente la posizione che l’Unione di Centro ha assunto in questi mesi, stravolgendone le linea politica. Ricordo che  Angelo Cera è stato il primo sostenitore della candidatura di Franco Landella a sindaco di Foggia. Una sorta di precursore di quella che è stata poi la linea della nostra coalizione.”

“Oggi, invece - sostiene  il coordinatore provinciale di Forza Italia – il segretario dell’UdC mescola le carte, confonde artatamente i piani invocando una omogeneità di atteggiamenti che lui stesso aveva considerato dannosa e sbagliata. La verità è che dietro la sua decisione non c’è nulla di politico. È l'UdC che oggi dimostra la sua totale inaffidabilità e la sua inesistente credibilità, non il centrodestra".

(inesmacchiarola1977@gmail.com)

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
foggiaceraalleanzaudctarquinio
i blog di affari
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.