A- A+
PugliaItalia
Istituto Tumori di Bari Fine contenzioso con 11mil.€

Dopo quasi vent’anni si chiude il contenzioso civile e amministrativo tra le ex Case di cura riunite e l’Istituto Tumori di Bari. Nelle stesse ore l’IRCCS barese ha avuto il riconoscimento ufficiale della proprietà della nuova sede di Viale Orazio Flacco: il notaio ha depositato gli atti e completato le procedure richieste.

Le cause con le Ccr vengono chiuse con una transazione di poco più di 11 mln di euro (11.091.353,63) di cui 3 milioni a carico dell’Istituto e 8 pagati dalla Regione. Tre erano le ragioni della contesa: la richiesta danni da parte di Ccr per il mancato rilascio dell’immobile della Mater Dei, in cui era ospitato l’Istituto Tumori (132 milioni di cui 26 già versati); il rimborso delle prestazioni sanitarie e dei canoni di locazione che dopo il ‘crac’ non furono pagati (23 milioni più interessi chiesti da Ccr per il periodo 1990-1996) e la richiesta dell’Istituto Tumori a Ccr della restituzione di quasi 11 milioni di euro di crediti pignorati per l’esecuzione di un lodo arbitrale annullato in Cassazione.

Quaranta Antonio BA
 

"È un momento storico per questo Istituto", commenta il direttore generale Antonio Quaranta. "Abbiamo chiuso una vertenza che pesava come un macigno sulle nostre casse. Avere poi una sede di proprietà significa essere solidi economicamente e potersi dedicare serenamente alla nostra missione, la cura e la ricerca sul cancro".

Con la legge regionale n°15 del 2013 si è stabilito il trasferimento a titolo gratuito dell’ex ospedale Cotugno dalla Asl Bari all’Istituto Tumori. Oggi sono stati completati gli ultimi atti da parte del notaio. Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico sono ospedali di eccellenza che perseguono finalità di ricerca, prevalentemente clinica e traslazionale, nel campo biomedico ed in quello della organizzazione e gestione dei servizi sanitari.

La legge costitutiva degli IRCCS individua nella proprietà della sede uno dei requisiti primari per il riconoscimento del  ‘carattere scientifico’, che significa avere diritto a un finanziamento statale (che va ad aggiungersi a quello regionale) finalizzato esclusivamente allo svolgimento della attività di ricerca. 

(gelormini@affaritaliani.it)

----------------------------

Pubblicato in precedenza: Rete Oncologica in Puglia Lavorare a una 'trama' nuova

                                      Nuovi Direttori Generali Asl Centrale unica d'acquisti

Tags:
tumoricotugnogiovanni paolo iiirccsbaricontenziosocase riunite
i blog di affari
Covid, emergenza continua: un nuovo efficace metodo impiegato dal governo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, il referendum contro il green pass è una pessima strada da seguire
L'OPINIONE di Diego Fusaro
PROGETTI PER LE CITTA’ E PER LA TUTELA DELLA VISTA
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.