A- A+
PugliaItalia
La guerra pacifica di Decaro Parte "Bari per bene"

Non una guerra senza quartiere, bensì una guerra nei quartieri. Sì, questa è la dichiarazione di "guerra pacifica" che il sindaco di Bari, Antonio Decaro, lancia alla città e ai suoi cittadini, nel giorno di San Valentino, da uno dei suoi quartieri storici, "Madonnella", primo esperimento bimestrale del progetto "Bari per bene"....

Bisogna tornare ad innamorarsi di questa città, sentendola più propria e curandola come si cura la propria casa, le cose più care e tutto quello a cui si tiene in modo particolare. L'azione decisa del sindaco Decaro e della sua giunta è testimoniata nella nuova piazza antistante la Scuola Elementare Balilla, oggi unico Istituto Comprensivo con la Scuola Media "M. Imbriani": altro plesso storico del quartiere.

Mado2
 

"Abbiamo invitato tutta la città ....anzi no!", precisa Antonio Decaro, "Non sono invitati quelli che imbrattano, che distruggono, che odiano la città. Restino a casa. Da oggi parte una guerra. Vera. Tra i cittadini civili e quelli incivili. Tra chi farà di tutto per rendere la città più bella e chi nella noncuranza e inciviltà continuerà a remare contro”.

Un atto d'amore verso il proprio quartiere. Per “Bari per Bene” sono tante le attività previste, dedicate in particolare ai bambini e ai ragazzi per imparare insieme a rispettare l’ambiente e prendersi cura della città. In piazza, accanto al sindaco e agli assessori della giunta, la presidente e i consiglieri del municipio, i ragazzi di Ecofesta e gli operatori dell’Amiu.

Mado3
 

Laboratori sul riuso, stand informativi, gadget, giochi a squadre e un compito da realizzare tutti insieme: abbellire la piazza con installazioni in materiali riciclati che resteranno a testimonianza dell’avvio del progetto “Bari per Bene”.

Mado4
 

Il Comune intende così dare sostanza al patto di cittadinanza che vede cittadini e amministrazione lavorare fianco a fianco per rendere la città più bella da vivere, garantendo pulizia e decoro e stimolando comportamenti virtuosi e una nuova coscienza civile diffusa.

“Da oggii parte la riscossa - ribadisce il sindaco di Bari Antonio Decaro -. Noi continuiamo a costruire, con l’amore testardo di chi è innamorato della propria casa, della propria terra. Per questo la nostra battaglia di civiltà parte a San Valentino. Ci saranno laboratori sul riuso, attività sulla raccolta differenziata e sul rispetto delle regole degne di una città per bene. Perché questa è la città in cui viviamo e non possiamo continuare ad aspettare che qualcuno faccia un miracolo mentre noi ce ne disinteressiamo”.

(gelormini@affaritalani.it)

Tags:
barimadonnellaguerrapacificasan valentinodecaro
Loading...
i blog di affari
Covid, lo smart working è il paradiso soltanto per i gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.