A- A+
PugliaItalia
petruzzelli PdBari – Pietro Petruzzelli apre ufficialmente la corsa al dopo Emiliano e si candida a Sindaco. Il consigliere democratico a Palazzo di Città ha sparigliato le carte nel partito e lo ha annunciato in conferenza stampa questa mattina. In compenso è tutt’altro che un blitz: “Basta tatticismi, giochiamo a carte scoperte”, manda a dire ai suoi, “mi candido per smuovere le acque: al voto manca meno di un anno e non sappiamo se faremo le primarie, né come o con chi le faremo”. 
 
“Mi candido per far fare un passo avanti ai trentenni della mia generazione”, spiega “e portare aria nuova in Comune”, ma guai a parlare di rottamatori o di candidatura di bandiera: “Se avessi cercato una candidatura di riposizionamento avrei fatto solo circolare la voce nei corridoi”. E invece l’intenzione è quella di portare tutti allo scoperto e cominciare un percorso partecipativo che riporti in città l’entusiasmo della prima consiliatura del Gladiatore: “Dell’onda Emiliano non c’è più traccia”, commenta senza mezzi termini, citando cultura diffusa, ecologia, spazi pubblici e repulisti nelle ex municipalizzate” tra le priorità. La reazione del primo cittadino? “Un sms con scritto Auguri”, racconta il diretto interessato. La cui accezione si scoprirà meglio nelle prossime settimane. 
 
(a,bucci1@libero.it)
 
Tags:
sindacopetruzzellibariemilianodecarocandidatiamministrative
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.