A- A+
PugliaItalia
Petruzzelli: 'Si ritorni alla città Se eletto, avrò il Disability manager '

Pietro Petruzzelli inaugura il suo centro operativo in Via Putignani, nel cuore della città e all'ombra del Teatro che sembra fargli da spot naturale, e invita a tornare ad occuparsi della quotidianità cittadina, in un confronto costruttivo e plurale, utile al futuro dell'intera comunità barese.

"In questi ultimi giorni il dibattito politico si sta aggrovigliando intorno a questioni poco pertinenti con la città" esordisce il candidato in tour con la sedia rossa. "A me la querelle Emiliano-Di Paola non interessa. A me interessa dire a tutti i candidati e alle forze politiche che dobbiamo confrontarci sulla città, sui problemi e su come risolverli, rendendo migliore la Bari del domani".

"Quando sarò eletto istituirò il Disability manager - precisa Petruzzelli - figura fondamentale per creare sinergia tra diversi uffici comunali e le istituzioni cittadine, con l'obiettivo di avvicinare la popolazione disabile alle istituzioni. Faremo la mappatura di tutte le barriere architettoniche che oggi non rendono Bari una città accessibile e che offendono la dignità dei disabili. Lavoreremo anche sulle barriere culturali. L'unica esperienza analoga nelle città medio-grandi è a Parma".

E poi aggiunge: "Un'altra figura che istituirò è la garante di genere.  L'amministrazione comunale ha bisogno di politiche di genere che saranno trasversali rispetto a tutte le azioni quotidiane. La figura della garante sarà uno strumento utile per impegnarsi ad un riequilibrio di genere nella politica e nella economia della città, si dovrà occupare di diseguaglianze, di valorizzare e promuovere la cultura di genere attraverso l'ascolto e la promozione di un dialogo permanente con la città lungo l'asse delle pari opportunità. Parità di genere ci sarà anche nelle aziende partecipate, dove saranno nominati amministratori unici scelti anche con udienze pubbliche in cui le candidate e i candidati devono descrivere la loro idea di sviluppo della società partecipata per la quale si candidano".

Petruzzelli sedia
 

Attraverso le vetrate si nota come i marciapiedi si animino e affollino per l'inizio dei saldi: "Per sostenere le attività commerciali della città dobbiamo avviare i distretti urbani del commercio, strumenti in grado di attrarre risorse e di aiutare i commercianti in questo periodo di crisi. Però nessuno parla dei commessi. Forse dovremmo interrogarci su cosa pensano i commessi del commercio e iniziare a riflettere su come conciliare i loro tempi vita-lavoro".

Infine, la prospettiva elettorale: "Il centrosinistra ha deciso la data delle primarie, la data per la presentazione delle candidature e il numero di firme necessarie (noi ne abbiamo raccolte 700, quasi la metà), ma manca ancora il regolamento nella sua interezza e la decisione relativa alle primarie dei presidenti delle circoscrizioni. Il centrosinistra è in perenne attesa e ciò non fa bene all'intera coalizione e alla città.  succedere a noi stessi sarà difficile, ci vuole capacita di aggregare e di generare entusiasmo oltre che una alta dose di motivazione, fondamentale per vincere la competizione elettorale. Ad oggi non vedo tutto questo".

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
petruzzellipddisability managercittàquerelle
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.